Home Slide Show

Un libro al giorno – “Galinfalonne” apre la settimana delle letture consigliate

Per questo inizio settimana abbiamo deciso di consigliarvi il libro di Florio Carnesecchi.

Presentazione a cura di Valina Annella

LA SCHEDA Partendo da elementi apparentemente “contraddittori”, l’autore cerca di dimostrare come i racconti tradizionali, pur nelle miriadi di varianti, nascondano resti di credenze che sopravvivono come motivi. L’autore presenta molteplici elementi, apparentemente “incongruenti”. Si va dalla persecuzione dell’eroina, che non a caso le novelle ci ritraggono quasi sempre come madre di gemelli, a Prezzemolina, protagonista di storie diverse ma accomunate dal contrasto madre figlia. Si studia la valenza magica della frutta per scoprire una differenza funzionale tra seme e frutto. Si mettono in evidenza i mestieri legati al taglio e al cucito che sembrano rivelare un diverso e contrastante rapporto tra universo maschile e femminile. Nè si trascurano lo spazio e il tempo e le peculiarità che assumono nella fiabe tradizionali. Si studiano le piante e gli animali nei racconti, nei proverbi e nelle bestemmie cercando di capirne la valenza simbolica. Un’attenzione particolare è dedicata al linguaggio interdetto e, in particolar modo, agli ossimori blasfemi per ricostruire una scala di valori degli animali sacri e immondi variata nel corso dei secoli. In fondo, se è vero che la ricerca “… si misura in termini di ricchezza di pluralità, e di apertura di percorsi, non tanto in termini di ‘verità’, ma di fermenti lasciati a studi ulteriori”, è opportuno ricordare che la narrazione è metafora del viaggio in cui non conta tanto la meta ma il percorso. Così, nei racconti, non è importante la conclusione ma la trama e le vicende che coinvolgono i protagonisti e gli ascoltatori con loro.

FLORIO CARNESECCHI vive a Siena e si occupa di tradizioni popolari cui ha dato il suo contributo con vari interventi e accompagnando spesso nei loro viaggi Marco Bruttini e Marco Muzzi che hanno documentato fotograficamente, nell’arco di quaranta anni, le ‘cerimonie’ popolari, le feste, le fiere, le processioni religiose e i lavori tradizionali ancora presenti nellaToscana meridionale, nel Viterbese e in Umbria. Dopo aver lavorato sul manoscritto di R. Ferretti, L’immaginario collettivo sui monti di Castiglione, il ciclo folklorico di San Guglielmo, ha collaborato con A. Milillo e G. Aiello all’edizione delleNovelle popolari senesi di Ciro Marzocchi, e ha curato il fascicolo monografico di Lares, Da Marzocchi a Comparetti: raccogliere fiabe a Siena nell’Ottocento.
Nel 2005 è uscito un suo volume sulla cucina in cui si intrecciano racconti e ricette, I senesi a tavola. Nel 2008 è stata pubblicata    una monografia, Le novelle dei Montierini: i racconti sui paesi degli sciocchi: testi e documentazione. Nel 2015 c’è stata l’edizione di una raccolta di racconti, La lucertola con du’ code e nel 2019 Il viaggio di Romolo, re del sole, Una lettura astronomica della fondazione di Roma, un lavoro che condivide con il presente volume lo stesso criterio metodologico.
Betti

RADIO STREAMING POPUP

ESTRA NOTIZIE

Ad

Meteo

Meteo Siena