Un furgone o un camion: è caccia al pirata della strada che ha travolto e ucciso Arturo Pratelli
29 Dic, 2018
carabinieri macchina

E’ caccia al pirata della strada che ha travolto il giovane contradaiolo Arturo Pratelli che è rimasto ucciso nell’impatto.
I carabinieri sono al lavoro. Già sono state acquisite immagini di telecamere che sono presenti nella zona e potranno essere acquisite anche altre immagini di impianti privati dell’area.
Non è stata una macchina a colpire il ragazzo. Le prime indagini condotte portano nella direzione di un mezzo più grande, un furgone o addirittura un camion, che ha colpito il giovane facendolo sbalzare lontano dalla carreggiata. A quanto pare nell’impatto il veicolo avrebbe anche perso un pezzo.
Venti carabinieri sono al lavoro per ricostruire la dinamica dell’incidente.

La vittima è stata investita e uccisa mentre tornava a casa. E’ un 17enne senese, il drammatico incidente è accaduto poco prima delle 19 di venerdì 28 dicembre ad Ampugnano, lungo la strada provinciale 73. Il ragazzo, Arturo Pratelli, studente del liceo scientifico Galilei, appassionato contradaiolo dell’Aquila e tifosissimo della Robur, è stato soccorso, ma è deceduto poco dopo il suo arrivo in ospedale, troppo gravi le lesioni riportate nell’impatto. A dare l’allarme è stato un automobilista di passaggio, che ha notato una borsa sulla carreggiata e, nel campo adiacente, il corpo del giovane riverso a terra. Sul posto sono arrivate le ambulanze del 118, i vigili del fuoco e i carabinieri, che stanno conducendo le indagini per rintracciare la macchina che ha investito il 17enne.