Tutto pronto per la Notte dei Ricercatori
27 Set, 2018
bright notte ricercatori 2018

Tutto pronto in città per l’appuntamento di domani, 28 settembre, con la Notte europea delle ricercatrici e dei ricercatori, la grande festa che animerà le strade e le piazze del centro storico con oltre 80 eventi.
Il ricco cartellone di iniziative, organizzate dall’Università di Siena (che è capofila del progetto regionale Bright 2018), insieme all’Università per Stranieri di Siena, il Comune di Siena e i tanti partner che hanno deciso di sostenere l’evento, si aprirà già la mattina, alle ore 11, presso la Chiesa della Maddalena, con l’incontro organizzato dal Sistema Museale Universitario Senese “La mente non dimentica la bellezza. I musei per le persone con Alzheimer”. Saranno presentate esperienze e testimonianze di progetti inclusivi per persone affette da Alzheimer nei musei, nell’ambito di nuovi approcci alla ricerca e alla cura.
Si prosegue nel pomeriggio presso il palazzo del Rettorato, in via Banchi di sotto 55, alle ore 15, con il Phd Graduation Day. Parteciperanno alla cerimonia 55 dottori di ricerca che hanno conseguito il titolo all’Università di Siena durante l’ultimo anno, in un momento pubblico di condivisione del traguardo raggiunto. A salutare i neodottori, insieme al rettore Francesco Frati, sarà Monica Barni, vice presidente della Regione Toscana.
Dalle ore 16 i ricercatori daranno vita a laboratori, dimostrazioni, esperimenti, conferenze e incontri e esibizioni, seguendo i temi protagonisti di questa edizione di Bright: cibo e salute per tutti, vita e tecnologie, meraviglie naturali, società di oggi e di domani, patrimonio culturale europeo.
Molte le attività ospitate in Rettorato, che spazieranno tra le tecnologie avanzate, realtà virtuale, la sostenibilità e il riuso delle materie prime, i fenomeni della società attuale, le disuguaglianze. Nel cortile sarà allestito un European Corner, punto informativo organizzato dalla Europe Direct Siena con personale dedicato e materiali sull’Unione Europea.
Le energie rinnovabili e le stelle saranno protagoniste in Piazza del Campo e all’Orto de’Pecci, mentre a Palazzo Pubblico gli archeologi daranno vita alla ricostruzione di un vero e proprio mercato medievale e gli statistici spiegheranno l’ordine della mossa nel Palio nel meccanismo della fiasca.
Al Tartarugone sono previsti tanti incontri divulgativi nell’angolo delle conferenze e particolare rilievo sarà dato alla ricerca applicata ai beni culturali. Spazio anche per la ricerca in ambito sportivo a Sant’Agata, mentre l’Orto botanico ospiterà il progetto di citizen science POLLI:BRIGHT, dedicato agli insetti impollinatori e rivolto principalmente agli studenti e alle scuole. Il campo tendato dei ricercatori in Antartide sarà visitabile a Porta Laterina, e gli animali terrestri e marini saranno protagonisti ai Fisiocritici.
La musica è al centro degli eventi organizzati all’Accademia musicale Chigiana e al Santa Maria della Scala. Focus sulla sostenibilità e l’innovazione al Santa Chiara Lab, dove la Notte dei Ricercatori sarà ancora più lunga, grazie alla movie marathon “Mad Science. Visioni del futuro”: proiezioni dall’una alle sei di alcuni tra i più celebri film tra fantascienza e scienza. Inoltre, medicina, salute, robotica e tanti laboratori per i bambini in programma nel chiostro del polo didattico di San Francesco. Visite guidate sono prenotabili al palazzo restaurato delle Papesse e a Palazzo Chigi Saracini, al Duomo e all’archivio storico dell’Università di Siena, oltre ad una passeggiata nelle valli, fonti e mura cittadine.
L’intensa giornata di festa culminerà in Piazza del Campo, alle ore 21, con il concerto della band bolognese Lo Stato Sociale, che concluderà il suo tour “Una vita in vacanza” con la tappa senese, ad ingresso libero.
Il programma dettagliato è disponibile sul sito http://www.bright-toscana.it/siena/.
La Notte dei Ricercatori in Toscana è un progetto finanziato dal programma di ricerca e innovazione dell’Unione Europea Horizon 2020 nell’ambito del grant n. 818515 – MSCA-NIGHT-2018.