Tutti a difesa dei diritti negati alla Robur Siena
17 Ago, 2018
IMG_20180817_161620

Nonostante la rabbia e la delusione, la Robur Siena non si arrende e non accetta l’ingiustizia subita. L’essere stati esclusi dalla serie B, cambiando l’indirizzo all’ultimo minuto con la composizione del calendario a 19 squadre, è un atto di forza che non può essere accettato, secondo le squadre escluse. “Chiediamo il rispetto delle regole” ha detto la presidente Anna Durio durante la conferenza stampa, convocata dopo alcuni giorni di silenzio, nel pomeriggio allo Stadio. Oltre alla presidente bianconera erano presenti il sindaco De Mossi per portare l’appoggio della città alla società, l’avvocato bianconero De Renzis e il capitano D’Ambrosio. Tutti hanno ripetuto che non si può gestire il calcio con la superficialità dimostrata e che daranno battaglia per evitare che avvenga di nuovo, con la speranza di poter anche ribaltare le decisioni prese per la prossima stagione a cominciare da bloccare l’inizio del campionato di serie B.



IMG_20180817_161620