Prima pagina

“Tsipras, la vittoria della speranza”

E’ tornata nella sua Grecia per dare il voto a Tsipras e veder rinascere la sua nazione. Maria Kostazu, greca di nascita, senese d’adozione,  ora è soddisfatta del risultato elettorale decretato dal popolo ellenico. “Ero in piazza per festeggiare, per noi greci questa è la vittoria della speranza. Ci hanno costretto a 4 memorandum severissimi, ci hanno descritto come un popolo che non ha voglia di lavorare, ci hanno spinto nella miseria. Ora speriamo di riacquistare un ruolo, di confrontarsi con gli altri europei in altri termini. Questo ci ha promesso Tsipras in campagna elettorale”. Alla festa di ieri ad Atene Maria era insieme al figlio che ha la doppia cittadinanza e ieri ha votato per la prima volta. “L’euforia era tanta, erano presenti in piazza rappresentanti della sinistra italiana e di altre nazioni europee. Mio figlio è stato intervistato da una giornalista inglese che al termine ha iniziato a cantare Bandiera rossa”.

Ai microfoni di Antenna Radio Esse anche l’analisi del professor Giovanni Buccianti, esperto di politica estera. “Va bene che la vittoria di Tsipras era largamente scontata, semmai sorprendono le dimensioni con cui è stata ottenuta. La cosa ci deve allarmare perchè è soltanto il punto di arrivo della crisi che c’è da molto tempo in Europa, anzi di una serie di crisi che si sono succedute e che sono state via via tamponate in qualche modo. Tsipras è soltanto uno dei fenomeni più evidenti. Il pericolo ora è quello del contagio, non è vero come dice qualcuno che la Grecia è un piccolo paese e quindi il danno è piccolo. La Grecia è un paese che nel contesto europeo è fondamentale, anche per la sua posizione geografica, in un momento oltretutto drammatico della situazione internazionale”

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena