Prima pagina

Tributo a Rino Rappuoli, vincitore del Prix Canada Gairdner Award. Lo scienziato ha devoluto parte del premio per una borsa di studio del master in Vaccinology

Si è tenuto all’Università di Siena un evento in onore di Rino Rappuoli Chief Scientist di GSK Vaccines, vincitore del prestigioso riconoscimento che la canadese Gairdner Foundation conferisce annualmente per le più importanti scoperte in ambito medico-scientifico a livello mondiale.
La Fondazione Gairdner – rappresentata dalla sua presidente Janet Rossant – e l’Ateneo hanno voluto organizzare congiuntamente un tributo pubblico per lo scienziato senese che si è distinto nell’ambito della ricerca sui vaccini, fino a diventare una delle massime autorità mondiali del settore.
Rappuoli, da sempre impegnato a diffondere sapere scientifico e l’importanza della prevenzione con un’attenzione particolare ai paesi in via di sviluppo, ha annunciato che parte del premio sarà devoluta per una borsa di studio del master in Vaccinology and Pharmaceutical Clinical Development, organizzato dall’Università di Siena, in collaborazione con la Sclavo Vaccine Association. A beneficiarne sarà uno degli studenti provenienti da aree svantaggiate del mondo, che partecipano al programma di studi per diventare esperti di salute pubblica, al servizio dei propri paesi.
“Questo premio – ha detto Rappuoli – appartiene a Siena, da oltre un secolo centro della più avanzata ricerca sui vaccini, una capitale internazionale di questo settore, per il cui sviluppo ci attendono nuove sfide che dovremo vincere attraverso soluzioni innovative. Nuovi vaccini – ha sottolineato lo scienziato – potranno salvare molte vite, sia nei paesi in via di sviluppo, ma anche in quelli più avanzati”.
“Sono particolarmente felice – ha detto il rettore Francesco Frati – di rendere onore a Rino Rappuoli attraverso questa occasione insieme alla Fondazione Gairdner: è un uomo che ha messo la propria intelligenza a disposizione della ricerca per il più nobile degli obiettivi, quello di salvare vite umane”.
Rappuoli è stato premiato per l’approccio pioneristico con il quale ha saputo legare lo studio della genomica a quello dei vaccini e in particolare nella lotta contro il meningococco B. La reverse vaccinology, sviluppata dal team di Rappuoli nel 2000, è stata infatti la chiave del successo per la scoperta del primo vaccino al mondo contro questa terribile patologia. Il vaccino contro il meningococco B è oggi approvato in oltre 35 paesi con più di 10 milioni di dosi distribuite dall’Italia in tutto il mondo.
La consegna del Gairdner Award avverrà in ottobre a Toronto.

RADIO STREAMING POPUP

ESTRA NOTIZIE

Ad

Meteo

Meteo Siena