Triathlon: sensazionale Anatriello ai Campionati Italiani Olimpico No Draft
8 Lug, 2014
triathlon_800x571

Un altro muro abbattuto, un’altra barriera sgretolata, un altro tabù infranto, in una stagione sin qui senza precedenti per il Triathlon senese e per Giuseppe Anatriello. Domenica (6 luglio 2014 – ndr), l’atleta “senese” di adozione ha colto ad Iseo uno storico piazzamento nel Campionato Italiano di Triathlon Olimpico (1500 mt nuoto, 42 km ciclismo e 10 km podismo) No Draft (scia vietata nella frazione di ciclismo). Una gara molto impegnativa con una frazione di ciclismo da scalatori con due salite – una da 7 km ed una da 3 km con pendenze dall’ 8% al 15%. Per Anatriello 40^ piazza assoluta e 6^ di categoria S4 su 1210 atleti al via. Nella stessa gara da segnalare anche il buon risultato conseguito da Pierantonio Daniele giunto al traguardo in 228^ posizione assoluta (27^ di categoria M2).
A Parma nella stessa giornata, altra eccellente prova per Annalisa Fontanelli, oramai a Suo agio nella distanza Sprint (750 mt nuoto, 20 km ciclismo e 5 km podismo). L’atleta colligiana ha fatto registrare l’ennesima prestazione di rilievo in quella che anche per Lei si può definire la miglior stagione della propria carriera sportiva, andando a chiudere in 12^ posizione assoluta e 4^ di categoria S3.
A Francoforte – nel Campionato Europeo sulla distanza IronMan (3,8 km nuoto, 180 km ciclismo e 42 km di podismo) Giovanni Canapini non è riuscito a sfatare il tabù stagionale nell’IM. Puntava alla qualifica mondiale (già conquistata sulla distanza 70.3 – 1900 mt nuoto, 90 km ciclismo e 21 km podismo) l’atleta senese, che dopo due frazioni arrembanti (nuoto e ciclismo) ha dovuto cedere il passo nella frazione podistica, Suo punto debole. Per ora dunque appuntamento solo rimandato. Canapini ha comunque portato a termine in maniera egregia la propria prova.
L’eroina di giornata, insieme agli atleti dell’Olimpiacolle Funsport, è Michela Menegon. L’atleta di origine Sudafricana (Swaziland) di stanza a Rosia – Sovicille (SI) tesserata con altro sodalizio (Firenze Triathlon), ha conquistato nella stessa gara di Canapini la tanto agognata slot (qualifica mondiale) per Kona (Hawaii).
Una domenica dagli esiti davvero positivi per gli atleti “senesi” impegnati in questo sport estremo in grado di unire più realtà sportive regionali e più discipline allo stesso tempo