Tra India e Oman, due accordi per rendere Siena piattaforma di innovazione
24 Lug, 2014
2019_774x600

Fare di Siena una piattaforma di innovazione a livello regionale creando nuovi posti di lavoro. E’ con questo obiettivo che, nell’ambito della Candidatura a Capitale Europea della Cultura 2019 e con particolare riferimento al rapporto tra patrimonio digitale e innovazione, Siena sta costruendo collaborazioni con i maggiori produttori di tecnologia avanzata e giochi digitali a livello internazionale. Soprattutto per quanto riguarda Leonardo 500, ovvero il progetto che celebra il 500° anniversario della morte del Maestro toscano riscoprendone il metodo di lavoro basato su curiosità, passione e sperimentazione. Due sono gli accordi appena siglati da Siena 2019 con altrettanti attori di prima grandezza nel panorama mondiale delle nuove tecnologie. Il primo con il Middle East College nel Sultanato dell’Oman, polo universitario di eccellenza per la formazione nell’ICT e le piattaforme digitali. L’altro con l’Asian Institute of Gaming and Animation di Bangalore in India, un accordo che rappresenta una partnership strategica alla luce del fatto che l’AIGA è situato nella regione indiana del Karnataka, la regione creativa emergente a livello globale per le nuove tecnologie digitali.
“L’importanza di questi accordi – sottolinea Pier Luigi Sacco, direttore di Candidatura Siena 2019 – risiede della possibilità di costruire un nuovo modello di sviluppo locale basato sull’industria culturale e digitale, con grandi potenzialità nel prossimo futuro per la creazione di nuovi posti di lavoro. Siena ha infatti tutte le caratteristiche necessarie per diventare una piattaforma di innovazione a livello regionale e oltre”.

Per maggiori informazioni
www.2019si.eu