Palio

Torre: presentazione della “Istoria della contrada”

La Contrada della Torre guarda al futuro ripartendo dalla storia: propria, e della città. Con l’inaugurazione del 41° Mangiaebevi domani pomeriggio comincia la serie di iniziative che prelude alla Festa titolare di domenica 31 luglio, e per l’occasione nella sala delle Vittorie della Contrada si terrà una importante operazione di memoria storica. Venerdì 22 alle ore 18.30 infatti sarà presentato il primo volume della “Istoria della Contrada della Torre. Scritta e illustrata dal conrionale Luigi Rosini nell’anno di grazia – 1969″. Si tratta, in particolare, della riproduzione anastatica – resa possibile grazie alle foto di Andrea Sampoli e Matteo Castelli – dell’opera firmata da Luigi Rosini (1926-1998), storico archivista della Torre in carica nel 1952-56, 1961-63 e poi ancora dal 1971 al 1976.
Dopo la sua scomparsa, l'”Istoria” fu depositata dalla famiglia nell’archivio della Contrada. L’opera è suddivisa in tre manoscritti, elegantemente rilegati in cuoio e vergati su una carta grezza che la avvicina alla pergamena dei codici antichi. Il primo volume, di 157 “carte”, copre il periodo che va dalla fine del Medioevo fino al 1737; il secondo, di 167 carte, gli anni dal 1738 al 1900; il terzo, di 156 carte, dal 1900 al 1986. La scrittura autografa di Rosini è corredata di capilettera miniati o istoriati, numerose illustrazioni, disegni e schizzi eseguiti dall’autore a mano libera con tecnica mista, per lo più a tempera e china nera, e fotografie. Nel complesso, una messe di dati, nozioni e informazioni rintracciati in biblioteche e archivi cittadini, nonché in pubblicazioni del passato, con l’intento di ricostruire la storia della Torre e di Siena, almeno nella prima parte del primo volume, dalla fine del Medioevo agli anni Ottanta del secolo XX.
La grazia e la simpatia di di certe vignette e figure, la riproduzione esatta degli stemmi, l’eleganza dei fregi e decorazioni rievocano chiaramente le capacità artistiche di Rosini, che ambiva a coniugare il buon livello estetico con il tenere desta l’attenzione del lettore. Il quale può dilettarsi tra episodi, aneddoti e curiosità raccontati con un approccio più memorialistico che propriamente storiografico. Ne risulta non una storia generale, ma tante piccole storie, e la parte decorativa dei volumi del Rosini non è a corredo bensì a rafforzamento del contenuto, altrettanto importante rispetto allo scritto. Il lettore potrà trovare nelle ‘memorie’, amorevolmente raccolte e ordinate, testimonianze e indicazioni che possono solleticare la sua curiosità, invitandolo a successive ricerche e approfondimenti.

La presentazione del volume, domani pomeriggio nella sala delle Vittorie, sarà il primo di vari appuntamenti speciali previsti nei prossimi giorni. Tra questi il “Giubileo dei Torraioli” (lunedì 25), l’omaggio del Cero votivo alla chiesa di San Martino e l’inaugurazione della mostra “Una battaglia, il Santo e l’Elefante” relativa alla battaglia di Camollia (Martedì 26), la presentazione del libro celebrativo per i 35 anni del Gruppo Donatori di Sangue della Contrada. Maggiori dettagli sul sito www.contradadellatorre.it

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena