Torna “Sul tetto della Città”; il Museo della Contrada della Tartuca ospita la mostra dell’artista inglese Emily Young
9 Mag, 2019
Paolo Bennati_Museo Tartuca

La vittoria di un Palio Straordinario da festeggiare nel migliore dei modi. Ma anche la forte volontà di dar seguito ad un progetto nato l’anno scorso e che ha riscosso ampio successo. Torna anche in questo 2019 “Sul tetto della città – La cultura in Castelvecchio”, il progetto ideato dalla Contrada della Tartuca che vuol promuovere e condividere caratteri culturali e storici distintivi e andare unire il mondo contradaiolo a quello dell’arte. Lo scorso anno il Museo della Contrada della Tartuca ha ospitato l’esposizione dell’artista inglese Emma Sergeant, ritrattista di casa Windsor, attraendo un gran numero di pubblico e di appassionati. Dopo oltre un mese di esposizione sono stati infatti oltre duemila i visitatori che hanno potuto, gratuitamente, osservare da vicino le opere della Sergeant all’interno di uno scenario unico come un museo contradaiolo.

Con “Sul tetto della Città – La cultura in Castelvecchio”, rassegna culturale organizzata in collaborazione con i principali Enti che operano nel territorio tartuchino e con il patrocinio del Comune di Siena, il Rione di Castelvecchio diviene così un luogo di produzione ed espressione, con un ricco calendario di eventi che avrà il suo culmine nella serata di venerdì 24 maggio quando, in occasione dell’ultimo cenino della vittoria, sarà presentata la mostra dell’artista inglese Emily Young.

“L’esposizione dell’anno scorso è stata davvero un gran successo, forse anche oltre le nostre aspettative – spiega il Priore della Contrada della Tartuca Paolo Bennati – Abbiamo portato a Siena, nella nostra Contrada, un’artista di fama internazionale come Emma Sergeant e il riscontro in termini di visitatori è stato davvero importante. Ringrazio l’artista inglese, ma anche tutti coloro che sono arrivati fino a Siena e hanno scelto di visitare il museo ripagandoci dei nostri sforzi. Il buon esito della prima edizione ci ha spinto ancor di più a rinnovare l’appuntamento, con l’obiettivo di farlo diventare nel tempo un punto fermo e portare a Siena sempre più artisti importanti e di conseguenza tanti visitatori. E proprio in questa direzione è nata l’idea di ospitare Emily Young, una scultrice che non ha davvero bisogno di presentazioni e che si è subito dimostrata entusiasta dell’idea di andare ad esporre nel nostro museo le proprie opere. Stiamo lavorando sugli ultimi dettagli, per poi andare ad inaugurare la mostra venerdì 24 maggio, in occasione dell’ultimo cenino della vittoria in programma proprio per quella sera. E vogliamo che sia davvero una gran sera, unendo la nostra Contrada in festa per lo straordinario successo riportata lo scorso 20 ottobre con un evento che darà ancor più lustro al nostro museo a tutta la Tartuca”.

Da tale data, alla fine di giugno il Museo della Contrada della Tartuca ospiterà presso la propria sede situata in Via Tommaso Pendola, la mostra dal titolo “Emily Young: Stone Carvings”, con le migliori opere dell’artista inglese, definita dal Financial Times “la più grande scultrice in pietra vivente”. Young presenterà a Siena le sue migliori opere, dando ulteriore lustro ad una rassegna che punta nel tempo a diventare un punto di riferimento per il mondo dell’arte

“Sono estremamente lieta di avere l’opportunità di mostrare il mio lavoro a Siena – ha dichiarato l’artista inglese Emily Young – grazie alla generosità della Contrada della Tartuca e del loro bellissimo museo. È un grande onore per me e sono molto felice di avere questo nuovo rapporto di amicizia con la bellissima città di Siena”.