Facebook Posts Home Slide Show Sport

Torna il fascino delle Strade Bianche. De Mossi: “Preludio simbolico per i prossimi appuntamenti”

Sta per arrivare l’attesissimo fine settimana della Strade Bianche, che vedrà domani i grandi del ciclismo – da Pogacar a Alaphilippe, da Pidcock a Van Aert – sfidarsi tra gli sterrati e i paesaggi mozzafiato di Siena (184 km di cui 63 di strade bianche con partenza e arrivo a Siena, 136 km per le donne) e poi domenica 6.000 amatori dare battaglia nella Gran Fondo. Si stimano almeno 20.000 persone che arriveranno nel nostro territorio per una media di 3-4 giorni di permanenza, senza contare le dirette televisive da tutto il mondo (in Italia Rai Sport ed Eurosport).

“Quest’anno l’attesa della nuova edizione di Strade Bianche ha un significato in più, la riaffermazione della eccellenza per tutto il nostro territorio, il primo di una serie di grandi eventi che contiamo segnino il superamento definitivo del lungo inverno pandemico”, dice il sindaco Luigi De Mossi.

“Sono tanti i fattori che ci fanno guardare con particolare entusiasmo alla gara e a tutto quello che le ruota attorno – continua il primo cittadino – Una competizione agonistica di livello mondiale, molto partecipata e molto combattuta. Una corsa straordinaria e unica nel suo genere, con il via dalla Fortezza Medicea e l’arrivo nello scenario unico di Piazza del Campo passando attraverso gli sterrati del territorio senese. C’è un grande indotto turistico, sia diretto che indiretto, a partire dalle immagini eccezionali che verranno diffuse globalmente: vere cartoline che equivalgono ad altrettanti inviti a venire a visitarci. C’è pure il successo assicurato del ‘secondo tempo’ domenicale: la Gran Fondo Strade Bianche ha più di cinquemila iscritti. Quest’ultima attesta il desiderio di partecipazione di tanti appassionati”.

“Ma quest’anno – conclude il sindaco De Mossi – c’è una ragione in più per brindare. Due anni di Covid hanno imposto alla nostra comunità un alto prezzo. Di vite, ovviamente, e di affetti. Ma anche di indotto, attrattività, economia, lavoro, il turismo invece non è mai mancato. Strade Bianche fa così da preludio anche simbolico ad altri appuntamenti. Subito, già la settimana successiva, Wine and Siena, che farà della nostra città la capitale del vino. E all’orizzonte, il ritorno così sofferto del Palio: un obiettivo fondamentale, per il quale stiamo tutti lavorando senza sosta. Mai come quest’anno, Siena è pronta ad accogliere la primavera”.

Strade Bianche, tutte le modifiche alla viabilità

Fino al prossimo fine settimana, 5 e 6 marzo, sono state disposte alcune modifiche alla circolazione per consentire lo svolgimento delle gare ciclistiche professionistiche: la 16^ edizione di “Strade Bianche” e  l’8^ di Strade Bianche Elite Women, nonché la corsa non professionistica “Gran Fondo Strade Bianche”.

Fino a esigenze di sabato 5 marzo, divieto di sosta permanente con rimozione coatta, esclusi i veicoli autorizzati o addetti all’organizzazione e alle riprese televisive, in piazza del Mercato in tutta l’area residua dai divieti già esistenti, ad eccezione dei tratti a quota inferiore prospicienti i civici da 35 a 52 e della “terrazza” su via di Porta Giustizia.

Fino al termine delle esigenze di domenica 6 marzo, il divieto di sosta permanente con rimozione coatta, ad eccezione dei veicoli autorizzati o addetti all’organizzazione e alle riprese televisive, in piazza del Mercato (in tutta l’area di parcheggio compresa tra il retro di Palazzo Pubblico e il passaggio di Pescheria, all’altezza del civico 33 e nel tratto sopra elevato, adiacente al muro che separa le diverse quote della piazza); stesso divieto in via del Mercato, su entrambi i margini della carreggiata, nel tratto compreso tra le intersezioni con via Duprè e piazza del Mercato.

Dalle ore 8 del 4 e fino a fine esigenze di sabato 5 marzo e domenica 6, sospese tutte le operazioni di carico e scarico merci agli esercizi commerciali e i servizi di SEI Toscana per il ritiro della nettezza in tutta l’area del Campo e zone limitrofe, al fine di favorire il montaggio, l’allestimento e il seguente smontaggio delle strutture utili alla corsa. I commercianti su area pubblica ex cartolinai operanti nel Campo saranno spostati in piazza del Duomo nei posteggi tradizionalmente utilizzati a lato della Cattedrale e di fronte  al Santa Maria della Scala. E dalle ore 13 sempre del 4 alle 6 di domenica 6 marzo, divieto di transito e di sosta permanente con rimozione coatta, ad eccezione dei veicoli autorizzati o addetti all’organizzazione, all’allestimento e posizionamento delle strutture per la corsa, in piazza del Campo, tra le intersezioni con via Duprè e via di Salicotto e l’interno della Piazza.

Dalle 6 di sabato 5 a fine esigenze del 6 marzo: divieto di transito e di sosta con rimozione coatta in tutto il Campo. Inoltre sempre dalle ore 6 del 5 e del 6 marzo, e fino al termine delle gare, divieto di transito e divieto di sosta con rimozione coatta nel Casato di Sotto, eccetto i veicoli in servizio per l’allestimento delle strutture logistiche degli eventi ciclistici, i mezzi addetti all’organizzazione e quelli dei residenti o diretti ad autorimesse autorizzate nella stessa via ai quali è consentito il transito in regime di senso unico alternato, con diritto di precedenza per la direttrice normalmente consentita, con ingresso e uscita dall’intersezione tra Casato di Sopra e vicolo della Fonte. Divieto di sosta con rimozione forzata in via della Fonte. Nel Casato di Sopra divieto di transito ai veicoli di massa complessiva superiore a 2,2 t. all’intersezione con vicolo della Fonte, e obbligo di svolta a destra verso via Duprè. In questa zona, dalle 20 di martedì 1° alle 8 di lunedì 7 i residenti con permesso Z.T.L. potranno sostare all’interno del Parcheggio “Il Campo” fino a un massimo di 60 veicoli.

Dalle 6 di sabato 5 alle 18 di domenica 6 marzo divieto di sosta permanente con rimozione coatta, e divieto di transito per tutti i veicoli anche  dalle 9 di sabato e domenica, fino al termine delle gare, in tutta via Esterna Fontebranda, via di Fontebranda, nel tratto che si interseca con via Santa Caterina, via delle Terme, piazza Indipendenza, via di Città, Banchi di Sotto e via Rinaldini. Sempre dalle 9 di sabato e domenica, e fino al termine delle corse, alle Logge del Papa, obbligo di svolta a sinistra verso via del Porrione. Divieto di transito in via di San Vigilio nel tratto compreso tra le intersezioni con via Cecco Angiolieri e Banchi di Sotto e in quello tra via Cecco Angiolieri e via Sallustio Bandini, con eccezione, in quest’ultimo caso,

per i residenti in via Cecco Angiolieri ai quali sarà consentita l’uscita dallo stesso tratto in senso unico alternato con diritto di precedenza ai veicoli in transito nella direzione normalmente consentita. In via Cecco Angiolieri obbligo di svolta a sinistra per i veicoli in uscita, a causa del doppio senso di circolazione per un cantiere, con percorso: via di San Vigilio – via Sallustio Bandini e a seguire. Nella stessa strada, all’intersezione con via di San Vigilio, obbligo di direzione a diritto verso via del Moro e via del Giglio. Obbligo di svolta a destra, invece, in via Lucherini verso via del Moro e via del Giglio.

Dalle 11 alle 18 di sabato 5 e domenica 6, in via Duprè, tra le intersezioni con via della Fonte e via del Mercato, divieto di transito per tutti i veicoli ad eccezione di quelli al seguito della corsa, autorizzati al transito da via della Fonte a via del Mercato; e di sosta con rimozione coatta con inizio alle ore 8. Divieto di transito agli autocarri di massa superiore a 2,2 t. in via della Sapienza; e senso unico di marcia in via del Cavalletto verso via dei Termini.

Dalle ore 5 alle 20  di sabato 5 e domenica 6 marzo, divieto di sosta con rimozione coatta in viale Venticinque Aprile e la Lizza, in viale dei Mille (sul margine destro della carreggiata con direttrice di marcia da viale Venticinque Aprile verso piazza Madre Teresa di Calcutta).

Fine a termine esigenze di domenica 6 marzo, divieto di sosta permanente con rimozione coatta, esclusi i mezzi dei fornitori e quelli dell’organizzazione, in viale Vittorio Veneto (all’interno dell’ex Campino di San Prospero, nella prima fila di parcheggi attigui al muretto che costeggia viale Vittorio Veneto).

Dalle 23 di domani, venerdì 4, a domenica 6, divieto di sosta permanente con rimozione e di transito, che non interesserà i mezzi dell’organizzazione e quelli delle squadre partecipanti alla gara ciclistica, in viale Veneto (all’interno dell’ex Campino di San Prospero). Ancora, dalle 5 di domani e fino al 6 marzo, divieto di sosta permanente con rimozione coatta e di transito, eccetto i mezzi dell’organizzazione e delle squadre partecipanti, in viale Venticinque Aprile (tutta l’area adibita a parcheggio a pagamento).

Dalle 5 di sabato a domenica 6 marzo, divieto di sosta con rimozione coatta ad eccezione degli organizzatori e delle squadre partecipanti, nonché divieto di transito, nelle vie interessate dal passaggio degli atleti, in viale Maccari, della Vecchia, Luigi Cadorna e Rinaldo Franci, viale Vittorio Veneto, Monte Santo, Battisti, Pescaia, Colonna S. Marco e SS 73 Ponente.

Fino a sabato prossimo, 5 marzo, in via Roma (in tutta l’area compresa tra i civici 69A e 75 sia interna che esterna al varco Telepass di Porta Romana, inclusi gli stalli per i mezzi a 3 e 4 ruote e i due posti taxi), divieto di sosta permanente con rimozione coatta ad eccezione dei veicoli speciali di grandi dimensioni al seguito della gara. Inoltre, sempre nella stessa via (in tutto lo slargo tra i civici 54 e 56 e sul margine destro in direzione da via Roma verso Porta Romana, tra i numeri 56 e 58, non interessato dall’area di cantiere adiacente al complesso San Niccolò), fino alle 8 del 7 marzo, divieto di sosta con rimozione coatta, esclusi i veicoli dei residenti autorizzati alla sosta in Z.T.L. (terzo di San Martino). E ancora, fino a lunedì 7, divieto di transito e di sosta con rimozione forzata, eccetto i veicoli autorizzati o addetti all’organizzazione, in Fortezza Medicea (tutta l’area interna comprendente piazza della Libertà, viale G. Marconi e piazza Caduti delle Forze dell’Ordine).

Al momento del transito in uscita e in ingresso in città, tra l’inizio e la fine della corsa, nelle strade, vie e incroci interessati dal percorso, verranno attuati i necessari provvedimenti di chiusura per garantirne il corretto svolgimento e la sicurezza dei partecipanti e degli altri utenti. All’interno del Campo, nelle zone identificate in via dei Termini e via delle Terme e lungo tutto il percorso della corsa, sospeso l’uso del suolo pubblico da parte delle attività commerciali e di somministrazione alimenti e bevande, e le operazioni di carico e scarico nelle aree poste a divieto.

Più precisamente, in base a specifiche ordinanze della Prefettura, sabato 5 sarà disposta una sospensione temporanea del traffico in entrambe le corsie di marcia di tutto il percorso della competizione per il tempo necessario al passaggio dell’intera carovana comprensiva di concorrenti e dei veicoli al seguito. La durata della chiusura in ciascun punto del tragitto di gara avverrà a partire da 30 minuti prima del transito degli atleti e fino al passaggio del “fine corsa”.

Per quanto riguarda, invece, domenica 6 marzo, la sospensione veicolare lungo il tragitto della Gran Fondo sarà di 60 minuti da Siena a Serravalle, di 90 minuti da quest’ultima fino a Siena e di 60 minuti per il centro città dal momento del passaggio del veicolo recante il cartello “inizio gara ciclistica” e quello di fine. Per la corsa di medio Fondo, 60 minuti nel tratto escluso il centro abitato di Siena e di 45 minuti all’interno della città.

Dalle ore 8 del 5 marzo e fino al termine delle corse ciclistiche previsto per le ore 18 di domenica 6 marzo sono sospesi: il parcheggio taxi di piazza Indipendenza e la linea del TPL che transita in via Esterna Fontebranda verso piazza Indipendenza.

Dalle 8.30 alle 18 di sabato 5 e domenica 6, semafori in fase di giallo lampeggiante negli incroci: via Battisti – via Ricasoli, viale Sauro – via Ricasoli, via Ricasoli – piazza Amendola, viale Vittorio Emanuele secondo – viale Don Minzoni, e viale Mazzini – via Beccafumi.

 

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena