Facebook Posts Home Slide Show Prima pagina

Test salivari nelle farmacie comunali, il via libera dopo il 21 settembre

Test salivari nelle farmacie comunali con un prezzo calmierato. E’ la richiesta di Orazio Peluso, che ha presentato un’interrogazione urgente sui test salivari giudicati idonei dal Ministero della Salute per la rivelazione del Covid-19 e per il rilascio del green pass e sui tamponi molecolari, a prezzi calmierati. Quest’ultimi, come spiegato dal consigliere, sono meno invasivi e quindi consigliati a chi deve fare controlli frequenti, per motivi di lavoro, ma anche per bambini, soggetti anziani e disabili, e per i quali sono state intraprese iniziative sia da parte del Governo che dalla Regione Toscana per far sì che gli stessi abbiano un costo contenuto in farmacia.

L’assessore alla Salute ha risposto che le farmacie comunali hanno sin da subito recepito la delibera della Giunta regionale (n.169 dello scorso 8 marzo), relativa all’approvazione dello schema di accordo di collaborazione tra la Regione, l’Unione regionale Toscana Farmacisti titolari (Federfarma Toscana) e la Confederazione italiana servizi pubblici Enti Locali (Cispel Toscana) per l’effettuazione di test antigenici rapidi di screening per l’infezione al virus Sars-Covid2 da parte di quelle convenzionate. Un’attività, come spiegato dall’assessore, che è iniziata con il progetto regionale “Scuola sicura” che prevedeva tamponi gratuiti per le scuole di ogni ordine e grado e che è terminata nel mese di giugno 2021. Piano che è proseguito con il prezzo regionale fissato a 22 euro come da delibera di Giunta. Successivamente, grazie al Protocollo siglato tra il Ministero della Salute, il Commissario straordinario all’emergenza Covid-19 e le rappresentanze delle Farmacie, i test vengono effettuati al prezzo calmierato di 15 euro per gli adulti e 8 per i giovani tra i 12 e i 18 anni.

Risulta, inoltre, che a breve, la Regione avvierà un percorso per la prevenzione della diffusione del virus negli istituti con test gratuiti come fatto in precedenza. L’Asp Città di Siena, che gestisce le farmacie con contratto di servizio per conto del Comune, di concerto con lo stesso, ha predisposto uno spazio esterno per lo screening presso la comunale 3 e ha realizzato un sistema di prenotazione informatico attraverso una piattaforma sul sito istituzionale dell’Azienda. Al momento, vengono effettuati test antigenici nasali e non salivari in quanto, pur idonei, non sono registrabili nel sistema informatico della tessera sanitaria del MEF. Motivazione che va ricercata nell’iter parlamentare ancora non terminato e che dovrebbe concludersi il 21 settembre. Data dalla quale l’Asp, come spiegato dall’assessore, garantirà anche questo servizio. Per quanto riguarda il prezzo dei test salivari, ad oggi, non è dato sapere se ci sia la possibilità di venderli a prezzo calmierato.

Orazio Peluso ha ringraziato l’assessore dichiarandosi pienamente soddisfatto per le risposte ricevute.

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena