Sport

Terre di Siena Ultramarathon, Davide Colgan fa tripletta nella 50k

Circa 1.300 atleti hanno animato la 7^ Terre di Siena Ultramarathon, disputatasi domenica 23 febbraio 2020 sui tre percorsi in programma: 50 km San Gemignano-Siena, 32 km Colle Val d’Elsa-Siena e 18 km Monteriggioni-Siena. Partenze regolari e clima ideale per correre: una decina di gradi, cielo nuvoloso e assenza di vento. Dettagli che hanno permesso ai runner di godersi la propria gara, con un occhio al cronometro e l’altro puntato sulle bellezze di tutti e tre i tracciati, che si snodavano nella splendida campagna senese tra natura e storia, colori ed emozioni, con partenze diverse e parte del tracciato condiviso, per un unico arrivo, nella storica e meravigliosa Piazza del Campo a Siena.

Dietro le quinte della Terre di Siena Ultramarathon si è egregiamente mosso il Comitato Uisp di Siena in collaborazione con Comune di Siena, Comune di Colle Val d’Elsa, Comune di San Gimignano e Comune di Monteriggioni, Università di Siena e Vernice Progetti Culturali, che anche quest’anno hanno saputo soddisfare tutte le esigenze dei podisti, soddisfatti al traguardo. Suggestiva la medaglia consegnata a tutti i finisher, sulla quale è stato inciso il cuore di Siena, con il Palazzo Comunale e la Torre del Mangia, monumenti simbolo della città toscana.Ad aprire la giornata “a tutto running” sono stati i 200 atleti che hanno partecipato alla non competitiva di 10 km e al trekking urbano di 6 km, entrambi svoltisi nel centro storico di Siena.

50KM SAN GEMIGNANO-SIENA – David Colgan (Pod. Ozzanese) ha firmato anche questa edizione della 50 km. 3:23:24 è il tempo che ha permesso all’atleta bolognese di vincere la gara per la terza volta consecutiva. Martino Marzari (Pol. Dil. Santa Lucia, 3:35:03) si è classificato secondo, Roberto Fani (ASD Risubbiani 2008, 3:47:58) terzo.

In campo femminile, la romana Barbara Iacone (G.P. Pretuzi Runners Teramo, 3:56:44) ha conquistato per prima Piazza del Campo, davanti a Eleonora Rachele Corradini (Faisenzadire ASD, 4:11:42) e a Cecilia Tirelli (A.S. La Fratellanza 1874, 4:24:18).

32KM COLLE VAL D’ELSA-SIENA – Due atleti toscani sono saliti sul gradino più alto del podio della 32km: Giovanni Nocera (Filirun Team ASD), di Arezzo, e Francesca Biagini (U.S. Nave ASD), di Firenze. Nocera ha portato a termine la sua performance in 2:03:03, relegando in seconda e terza posizione rispettivamente Simone Gamenoni (ASD G.P. La Stanca, 2:03:31) e Gionata Tesi (Pianeta Acqua, 2:08:25). Biagini, con il tempo di 2:33:09, è stata più veloce di Benedetta Menini (Il Ponte Scandicci ASD, 2:37:06) e Cecilia Marcelli (2:40:07).

18 KM MONTERIGGIONI- SIENA – Matteo Mugnaioli (T-LAB Asd), senese doc, e Sarah Aimee L’Epee (Atletica Settimese), atleta piemontese, sono stati i primi a tagliare il traguardo in Piazza del Campo. Mugnaioli ha fermato il cronometro a 1:09:55 davanti a Cosimo Debolini (ASD Il Gregge Ribelle, 1:11:36) e Michele Pastorini (U. P. Policiano Arezzo Atletica, 1:13:06). L’Epee ha chiuso in 1:23:10 precedendo Cristina Gamberi (ASD Team Marathon Bike, 1:28:05) e Italia Sinopoli (Società Trieste, 1:28:51).

SABATO 22 FEBBRAIO – L’appuntamento con la Terre di Siena Ultramarathon è iniziato sabato 22 febbraio. Alle 14:30, si è svolta la passeggiata “Tra le antiche mura” con partenza dal Rettorato dell’Università di Siena; alle 17:30, presso la Sala delle Lupe di Palazzo Pubblico, il convegno scientifico “I benefici e i limiti dello sport: una pratica attenta per ottenere il meglio”, a cui sono intervenuti Flavio D’Ascenzi, cardiologo dello Sport all’Università di Siena, che ha affrontato l’importanza dello screening di prevenzione, e Marco Bonifazi, professione di Fisiologia umana e coordinatore della scuola di specializzazione in Medicina dello Sport dell’Università di Siena, con un intervento dei limiti dell’adattamento allo sport. Ha moderato il giornalista Alessandro Lorenzini.