Prima pagina

Terme AQ: bilancio positivo e 60mila euro di utili distribuiti ai soci

Si chiude con 3 milioni di euro di fatturato, oltre 140 mila presenze e 50 persone occupate tra dipendenti, medici e operatori del benessere il bilancio consuntivo 2014 dello stabilimento termale Antica Querciolaia di Rapolano Terme. Risultati positivi che confermano una storia imprenditoriale segnata da oltre 10 anni di successi, con un fatturato quasi raddoppiato rispetto al 2002, che ha permesso, per la prima volta, di distribuire ai propri soci quasi 60 mila euro sui circa 230 mila di utili, dopo le imposte, ottenuti dell’azienda termale a maggioranza pubblica. Una scelta, quella di premiare i soci, che segna l’avvio di una nuova fase che si pone come obiettivo il mantenimento di una buona solidità finanziaria e una crescente redditività per una corretta remunerazione del capitale anche attraverso un’adeguata politica di dividendi. Un buono stato di salute che ha permesso di potenziare il settore dei servizi e di realizzare, nei primi mesi del 2015, un nuovo percorso kneipp al coperto e di effettuare i lavori di ammodernamento della reception per un totale di 300 mila euro di investimenti.

I numeri delle Terme Aq. Nel 2014 Terme Aq confermano performance economiche e occupazionali di successo, decretandosi tra le aziende termali e del benessere, a maggioranza pubblica, leader in Italia. Il fatturato totale dei vari reparti dell’azienda ha fatto registrare un importante passo in avanti pari al 9,2% determinato dal boom di ingressi alle piscine terapeutiche termali che hanno segnato un più 20% rispetto al 2013, pari a quasi 2 milioni di euro di entrate. Crescono anche i reparti di cura tradizionali, dai fanghi ai bagni con un più 1%. Tiene anche il settore dedicato all’estetica che registra, come la fisioterapia, un sostanziale pareggio rispetto al 2013.

Il direttore delle Terme AQ Alessandro Fabbrini
Il direttore delle Terme AQ Alessandro Fabbrini

“L’ottimo risultato – spiega Silvana Micheli, presidente delle Terme Aq – è il frutto di una programmazione e progettazione che viene da lontano e che ha consentito all’azienda una stabilità economica di durata. Per la prima volta abbiamo deciso di ripartire l’utile premiando i nostri soci, che hanno sempre creduto nel nostro progetto imprenditoriale. Una scelta che non mina la nostra politica di investimenti né la solidità finanziaria dell’azienda, ma che va nella direzione di continuare a portare valore al nostro territorio, anche distribuendo una parte della ricchezza ai nostri soci”.

“Oggi – spiega Alessandro Fabbrini, direttore di Terme Aq– il settore del termalismo moderno opera e si confronta con un target di clientela e con una concorrenza che vede nella qualità dei servizi il fattore che determina il successo di un’azienda. Per questa ragione abbiamo scelto di investire sul livello qualitativo dei servizi, facendo leva sulla formazione del personale e portando a termine un lavoro di progettazione che, oltre a migliorare le nostre prestazioni ha avuto importanti ricadute sulle attività turistiche del nostro territorio. Oggi la vacanza termale è una formula di grande successo anche tra i più giovani. I clienti stanno imparando a privilegiare gli ambienti e l’offerta naturale per ritagliarsi una pausa di benessere che si può scegliere e prenotare direttamente online sul nostro nuovo sito dedicato all’e-shop”.

Investimenti in chiave green per migliorare la qualità dei servizi e far bene all’ambiente. Anche per il 2014 si conferma vincente il binomio terme e ambiente, con investimenti nel settore del green e dell’efficentamento energetico. Vanno in questa direzione i lavori di ammodernamento della reception e della scala centrale, che oltre a rendere più accogliente l’ingresso degli ospiti, hanno proseguito il percorso di ottimizzazione in chiave green già intrapreso dalla struttura, grazie all’utilizzo di materiali di alta qualità come il travertino e l’acciaio, che sono stati utilizzati per realizzare la nuova scala. Sempre in chiave di efficentamento energetico è stato effettuato il cambio degli infissi dell’edificio, in modo da contribuire in maniera importante a ridurre i consumi per il riscaldamento e il raffreddamento e di risparmiare energia per l’illuminazione. Una scelta, quella di investire nella riduzione dei consumi, non nuova per la struttura di Rapolano Terme che negli anni ha sposato la filosofia green, installando un sistema di due caldaie a pellet a integrazione del sistema di riscaldamento, che oltre a far bene all’ambiente ha permesso di risparmiare quasi 17 mila euro. Il 2014 ha portato anche al potenziamento dell’offerta benessere con la realizzazione di un nuovo percorso kneipp al coperto.

RADIO STREAMING POPUP

ESTRA NOTIZIE

Ad

HIT IN TESTA le più ascoltate su A r e

Meteo

Meteo Siena