Tenta la truffa dello specchietto, ma la ‘vittima’ è un carabiniere: denunciato 20enne
27 Feb, 2017
carabinieri posto di blocco

Quando si dice scegliere la persona sbagliata. E’ quello che ha fatto un 20enne siciliano che è stato denunciato dai carabinieri di Monticiano per tentata truffa. Il giovane, già conosciuto alle forze dell’ordine nonostante l’età, si è appostato in una piazzola della Siena-Grosseto, ha atteso il passaggio della vittima di turno, ha lanciato un sassolino contro la fiancata dell’auto in transito per poi mettersi all’inseguimento dello sconosciuto che intendeva raggirare, suonando il clacson e lampeggiando con i fari. Giunte ad un’altra area di sosta le due vetture si sono fermate ed il truffatore ha cominciato a fare plateali rimostranze per il fatto che, a suo dire, quella persona, nel transitare troppo velocemente e troppo vicino alla sua auto, gli aveva infranto lo specchietto retrovisore sinistro. Naturalmente la sceneggiata era propedeutica ad una richiesta di denaro che chiudesse la vicenda, senza denunce all’assicurazione e seccature di sorta. Peccato che il conducente della macchina inseguita era un carabiniere della stazione di Monticiano che ha capito immediatamente il trucco, ha immobilizzato lo spavaldo ventenne e ha chiamato in supporto i colleghi. A nulla sono valse le rimostranze del truffatore che cercando di uscire dall’incomoda situazione diceva di voler rinunciare ad ogni risarcimento, recitando la parte dello sprovveduto. Gli accertamenti effettuati dai carabinieri nella banca dati hanno evidenziato che il truffatore aveva dei precedenti ed è stato quindi denunciato.