Tenta il suicidio ingoiando dei farmaci, 20enne salvato dai carabinieri
18 Mag, 2018
carabinieri 25

“Ho ingoiato 40 compresse di un potente farmaco antiepilettico, quanto mi rimane da vivere?”. E’ questa l’inquietante domanda che si è sentito rivolgere oggi pomeriggio un medico del 118 da un 21enne laziale, con cui il 112 che aveva chiamato lo aveva messo in contatto. Immediatamente è scattato l’allarme, in breve i carabinieri hanno localizzato il giovane all’incrocio per Mugnano della SP 46, nel comune di Monteroni d’Arbia. La pattuglia dei Carabinieri al momento più vicina era una della Stazione di Rosia. Immediatamente i militari hanno raggiunto il ragazzo che era ancora cosciente ed ha raccontato di una delusione amorosa che lo aveva spinto a compiere il drammatico gesto.  Il 21enne è stato trasportato subito all’ospedale Le Scotte, dove è stato sottoposto ad una lavanda gastrica. I medici non hanno ancora sciolto la prognosi. Non si hanno ancora notizie sul perché sia venuto a Siena per compiere un tale atto.