Prima pagina

Tasi: il comune di Siena abbassa l’aliquota sulla prima casa

Il saldo di dicembre della TASI sarà più leggero per le famiglie senesi. Nel prossimo Consiglio Comunale infatti la Giunta proporrà l’abbassamento dall’aliquota dal 3,1 al 2,7 per mille sulla prima casa per il 2014.  Di questo abbassamento beneficeranno tutti i nuclei familiari residenti a Siena in casa di proprietà ma, in una logica di maggiore equità, saranno escluse le grandi  abitazioni di lusso.

Il sindaco Bruno Valentini
Il sindaco Bruno Valentini

Le detrazioni invece, fissate dal comune lo scorso mese e pensate per andare incontro alle fasce più deboli, resteranno invariate: per le abitazioni con rendita catastale totale (incluse le pertinenze) fino a Euro 1.200, la detrazione è di Euro 50; è prevista inoltre una detrazione di Euro 25 per ogni figlio di età inferiore a 26 anni e residente nell’unità immobiliare, quando la rendita catastale è inferiore a Euro 1.500. L’esenzione totale dalla TASI è  invece prevista  per i contribuenti con reddito imponibile IRPEF non superiore a Euro 10.000, se la rendita catastale totale dell’abitazione è  inferiore a Euro 500. “Con le nuove aliquote i contribuenti senesi risparmieranno circa 1,2 milioni di euro- sottolinea il Sindaco di Siena Bruno Valentini-. Questa riduzione dell’aliquota TASI risponde alle ultime direttive interpretative del Ministero dell’Economia e delle Finanze ed è sostenibile dal bilancio comunale grazie al progressivo risanamento dello stesso.
L’altra buona notizia- sottolinea Valentini- è che  il contributo per la TASI che il Governo ha erogato al Comune di Siena è stato più alto di quanto previsto perché si è basato sulle aspettative di entrata effettiva del nostro Comune anziché su generici parametri. I minori tagli governativi riconosciuti al Comune di Siena consentono, per un verso, di finanziare la diminuzione della pressione fiscale conseguente alla riduzione della TASI e, per l’altro, di salvaguardare gli equilibri di bilancio che rendono possibile la continua riduzione sia del debito che del disavanzo comunale, coerentemente con le indicazioni della Corte dei Conti.

Proprio il 1° ottobre 2014- conclude  Valentini- il Comune di Siena estinguerà in anticipo un altro BOC, di € 557.000 di capitale residuo. In questo modo, il gravoso debito del Comune scenderà ulteriormente a € 86,4 milioni e quindi in netta diminuzione rispetto ai €105,1 milioni del 1° gennaio 2013”.

RADIO STREAMING POPUP

ESTRA NOTIZIE

Ad

Meteo

Meteo Siena