Palio

Succede di tutto durante la terza prova che si conclude con la vittoria dell’Onda

Succede di tutto nella terza prova del palio di luglio. Anche cose che non avevamo mai visto in Piazza del Campo, come la mossa invalidata dopo un giro. Andando con ordine vengono confermate le voci circolate già nel primo pomeriggio: cambio di monta nella Lupa, che ha scelto di affidare Querino ad Antonio Siri detto Amsicora al posto di Luca Minisini detto Dè, che lo ha montato per le prime due prove. All’interno dei canapi c’è il solito movimento, l’allineamento non si trova e il mossiere fa uscire tutti. Al rientro si parte subito, anche troppo in fretta. Qualcuno fianca troppo presto, il canape non scende al meglio e cadono in quattro: Tartuca, Chiocciola, Bruco e Selva. Si capisce subito che ad avere la peggio è il fantino della Tartuca Sebastiano Murtas, che rimane steso a terra. Il Drago sfila via davanti a tutti, ma a San Martino Alessio Migheli batte nel colonnino, scivola dalla groppa di Oppio ma resta attaccato alle briglie del cavallo fin davanti al palco del comune. A questo punto scoppia il mortaretto e tutti si fermano. Il fantino del Drago viene soccorso dai sanitari del 118 al Casato e viene portato al pronto soccorso per accertamenti. Stessa sorte per Sebastiano Murtas che finisce in ospedale. Joanatan Bartoletti, dopo una decina di minuti raggiunge l’entrone sulle sue gambe, ma zoppica vistosamente. La prova si corre in sette, e nonostante lo spazio che c’è tra i canapi l’allineamento non viene rispettato, perchè la Pantera sceglie di partire dalla prima poizione. La Selva parte forte, poi anche la Giraffa prova la reazione di Naikè fra San Martino e il Casato. L’Onda con Osvado e Silvano Mulas da dietro prende spazio e vince la terza prova.

 

RADIO STREAMING POPUP

Ad

ESTRA NOTIZIE

Ad
Ad

Meteo

Meteo Siena