Facebook Posts Home Slide Show Prima pagina

Sostegno a famiglie e imprese, nasce la Commissione consiliare

Il consiglio comunale di Siena, durante la seduta di oggi venerdì 4 novembre, ha istituto una Commissione consiliare per “l’individuazione delle priorità e dei criteri per l’utilizzo di 1.3 milioni di euro a sostegno delle famiglie, delle imprese e del terzo settore per affrontare la crisi del caro-energia e l’economia di guerra”. La proposta di delibera è stata votata all’unanimità (ventitrè voti favorevoli su ventitrè consiglieri presenti).

Della commissione faranno parte sette consiglieri (quattro di maggioranza e tre di minoranza), oltre al segretario generale Franco Caridi come organo tecnico. Sono stati individuati i nomi dei consiglieri Paolo Salvini (Lega), Lorenzo Lorè (Forza Italia), Maurizio Forzoni (Fratelli d’Italia) e Maria Concetta Raponi (SiAmo Siena) per la maggioranza; Pierluigi Piccini (Per Siena), Alessandro Masi (Pd), Claudio Cerretani (In Campo) per la minoranza.
“Richiamata la propria deliberazione numero 114/2022 dello scorso 13 settembre – si legge nel documento, che è stato presentato dal presidente del consiglio comunale Marco Falorni – con la quale il Consiglio comunale ha stanziato un importo pari a 1 milione e 340mila euro per contributi economici a famiglie e imprese e ritenuto necessario un intervento urgente di sostegno da parte del Comune di Siena finalizzato ad attenuare gli effetti del caro-energia, determinando le priorità ed i criteri per l’impiego delle risorse poste a disposizione”, il consiglio comunale ha “preso atto della mozione in atti, presentata sul tema”. “Atteso che occorre istituire – si legge ancora – all’uopo apposita commissione di studio composta da consiglieri comunali, scelti su base proporzionale fra maggioranza e minoranza, analogamente a quanto avviene per le commissioni consiliari permanenti”, il consiglio comunale ritiene “necessario procedere alla designazione dei membri del consiglio comunale e, conseguentemente, alla nomina dell’intera Commissione”. Nel documento si precisa che “ai componenti della suindicata commissione non spetta alcun gettone di presenza”.

La proposta di delibera fa riferimento, in particolare, alla mozione firmata dai capigruppo Maurizio Forzoni (Fratelli d’Italia), Paolo Salvini (Lega), Pierluigi Piccini (Per Siena) e Alessandro Masi (Partito Democratico), cui si è aggiunto poi Pietro Staderini (Sena Civitas). Con la discussione di questo documento si è aperto il consiglio comunale di oggi, venerdì 4 novembre, convocato in seduta straordinaria ai sensi dell’articolo 36 comma 1 del regolamento.

Il documento, votato all’unanimità dai consiglieri comunali presenti (venticinque favorevoli su venticinque votanti) e presentato dal consigliere Maurizio Forzoni (Fratelli d’Italia), impegna il sindaco e la giunta “a supportare l lavoro di un’apposita commissione consiliare di studio tra i consiglieri, nominata dal consiglio comunale, per individuare le priorità e i criteri per l’utilizzo del fondo di euro 1,3 milioni a sostegno delle famiglie, delle imprese e del terzo settore, per affrontare la crisi del caro-energia e l’economia di guerra, ed al rispetto dei limiti che verranno individuati dalla Commissione per l’amministrazione di queste risorse”.

Nelle premesse del documento si legge che “la misura di queste risorse e lo stato delle necessità cui debbono rispondere hanno bisogno di un’apposita determinazione del consiglio comunale sulle priorità e i criteri per il loro giusto impegno” e che “è necessario quindi nominare una Commissione consiliare di studio tra i consiglieri e dargli assistenza come amministrazione per dettagliare i predetti criteri e le priorità sulla base di una preventiva discussione consiliare”.

Sull’argomento è stato approvato anche un ordine del giorno, illustrato dal consigliere Barbara Magi (Fratelli d’Italia). Il documento è stato firmato da Magi, Stefania Selvaggi e Davide Dore (Lega), Maria Concetta Raponi, Federico Minghi e Maria Elena Stabile (SiAmo Siena), Laura Sabatini (Gruppo Misto), Maurizio Forzoni (Fratelli d’Italia) ed è stato approvato con quindici voti favorevoli, otto contrari e un astenuto.
Nel documento si impegna l’amministrazione “alla luce della grande opera di efficientamento del bilancio e di reperimento delle risorse portata avanti dalla Giunta del Comune di Siena con apprezzabile tempestività, a dare ora celere seguito ai lavori di indirizzo politico amministrativo che il Consiglio Comunale esprimerà, tramite la propria commissione, in tema di contrasto al caro bollette, assicurando la massima riduzione possibile dei tempi di erogazione dei contributi che verranno stabiliti”.

“Considerato il contesto di particolare gravità determinato dall’impennata dei costi energetici per imprese e famiglie – si legge invece nelle premesse -; rilevato che sugli Enti locali più prossimi ai cittadini, come sono i Comuni, si riversa la maggior parte delle richieste di aiuto e sostegno; ricordato che questo consiglio comunale, con propria deliberazione, ha approvato la variazione di bilancio proposta dalla Giunta che ha stanziato 1 milione e 340 mila euro come primo fondo per le emergenze che la comunità senese dovrà affrontare, e che lo ha fatto con i soli voti della maggioranza.; evidenziato che la natura eccezionale della crisi in atto richiede soluzioni immediate, capaci di dare celere risposta alle attese di famiglie e imprese”.

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

Ad

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena