Sopralluogo all’ex fornace di Arbia per organizzare lo smaltimento dei rifiuti speciali
12 Dic, 2018
Arbia

Ci sono novità relativamente alla ex Fornace dell’Arbia. Il legale del Comune di Asciano ha depositato l’istanza per ottenere l’autorizzazione ad entrare nel sito per poter fare una valutazione della procedura necessaria per lo smaltimento dei rifiuti speciali.
E’ già stata ottenuta l’autorizzazione del giudice, per cui un tecnico adesso entrerà nel sito per fare una verifica ed una valutazione dell’intervento che sarà necessario per portare via i rifiuti. A breve sarà dunque effettuato un sopralluogo all’interno della Fornace dell’Arbia.
Entro la fine dell’anno il Comune intende poi dare l’incarico ad una ditta per realizzare l’intervento.
A settembre 2018 è arrivata la notifica da parte della Procura della Repubblica, che ha agito attraverso la Guardia di Finanza, del sequestro dell’area dove sono stati rinvenuti rifiuti speciali abbandonati e non smaltiti. Il Comune di Asciano, informato in questo modo della presenza di rifiuti speciali alla Fornace dell’Arbia, è stato nominato custode dell’area.
Il Comune di Asciano avendo la responsabilità sullo stato di sicurezza dell’area ha notificato alla proprietà l’avvio di un nuovo procedimento. Veniva chiesto di rimuovere i rifiuti speciali dei quali si parla nell’atto di sequestro. Il procedimento è stato avviato e notificato alla proprietà e al concordato lo scorso 18 settembre. Decorsi i termini, è stata emanata una nuova ordinanza che richiede di intervenire: da quel momento la proprietà aveva dieci giorni di tempo per comunicare di avere individuato e incaricato una ditta per svolgere i lavori e quarantacinque giorni di tempo per completare l’intervento. Ma dalla proprietà non sono arrivate risposte nemmeno in questa circostanza ed è quindi adesso il Comune di Asciano ad agire d’ufficio e a svolgere l’intervento in danno, richiedendo poi le spese delle operazioni alla stessa proprietà.
“Non abbiamo avuto riscontri dalla proprietà – conferma Francesco Zullino, assessore con delega all’Arbia – quindi abbiamo attivato la procedura necessaria per effettuare l’intervento. Abbiamo identificato il tecnico che svolgerà la verifica, gli abbiamo affidato l’incarico e quindi nei prossimi giorni verrà svolto il sopralluogo. Il passo successivo sarà quello di dare l’incarico ad una ditta per effettuare i lavori che saranno necessari. Stiamo continuando a seguire questa vicenda con la massima attenzione. Ovviamente le tempistiche sono influenzate dalla necessità di muoversi con la massima accortezza e sempre con il conforto dei necessari pareri legali. Comunque questo è un altro passo che ci conduce verso la risoluzione del problema”.