Smaltivano rifiuti in campagna. Denunciati tre tunisini
3 Nov, 2017
Foto di repertorio reati ambientali

Forse credevano che gettare rifiuti per le campagne e dargli fuoco fosse solo un modo come un altro per disfarsi di oggetti indesiderati. Purtroppo per loro, tre tunisini di cui due residenti in Valdichiana e l’altro in provincia di Perugia – hanno scoperto che non è così e che “aprire succursali” della famigerata Terra dei fuochi è ancora illegale. Per questo motivo sono stati denunciati in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Siena per getto pericoloso di cose e smaltimento di rifiuti illecito tre cittadini tunisini residenti in Italia, C.M.A. di 29 anni, C.B. di 19 anni e J.B. di 40 anni. Due giorni fa nel comune di Chianciano Terme – località Fonteleccino – in un podere privato non recintato, i tre sono stati sorpresi dai militari della locale Stazione Carabinieri – a cui per le prime indagini si sono aggiunti i colleghi della Stazione Carabinieri Forestali di Chiusi – mentre stavano dando alle fiamme dei materassi e alcuni oggetti, tra cui dei barattoli vuoti che in origine contenevano della vernice. Per “dare un senso” alla loro giornata i tre avevano anche abbandonato in quelle campagne alcuni elettrodomestici tra cui un paio di frigoriferi.
Di tutto questo ora dovranno rispondere all’Autorità Giudiziaria.
Continuano in tutta l’area i controlli serrati dei Carabinieri della Compagnia di Montepulciano e di quelli delle locali Stazioni Forestali nel settore ambientale per evitare che un episodio isolato, se impunito, possa incoraggiare altri gesti d’inciviltà.