Slot machine manomesse a San Rocco a Pilli, denunciato un 40enne
7 Mar, 2017
carabinieri strada (Rosia)

Slot machine manomesse con un sistema ingegnoso al circolo ricreativo Società Filarmonica di San Rocco a Pilli. Ad accorgersene e a sporgere denuncia ai carabinieri è stato il dipendente della ditta, con sede a Milano, che si occupa di ritirare il denaro contenuto negli apparecchi, perchè la somma registrata dal sistema elettronico delle slot era molto superiore rispetto alla somma realmente contenuta. Da una verifica successiva è emerso poi che tre delle dieci macchinette presenti all’interno del circolo, erano state parzialmente forzate nel bocchettone per l’erogazione del denaro delle vincite. Dalle immagini registrate dal sistema interno di videosorveglianza si vedono due persone che, dopo aver inserito una strana sonda all’interno del bocchettone, alternando la digitazione sulla consolle e una strana attività manuale sulla sonda, riuscivano a sottrarre denaro durante diverse sessioni di gioco, nei normali orari di apertura del circolo. Probabilmente la sonda riusciva a produrre impulsi che facevano scattare l’erogazione dsoldi anche quando non si verificava la vincita. Uno dei due uomini è stato individuato e denunciato per furto aggravato: si tratta di un operaio 40enne, originario del Kosovo e residente a Rosia, mentre sono in corso indagini per risalire al complice e per capire se lo stesso metodo sia stato usato per “prelevare” denaro in altri locali della zona.