Siglato a Siena il nuovo contratto provinciale di lavoro per gli operai agricoli
8 Mar, 2017
sigla nuovo contratto agricoli

E’ stato siglato il nuovo contratto provinciale di lavoro per gli operai agricoli e florovivaisti della provincia di Siena. A sottoscriverlo nei giorni scorsi le organizzazioni di categoria Unione Provinciale Agricoltori di Siena e Cia Agricoltori Italiani Siena insieme alle organizzazioni sindacali.

«Flessibilità e sicurezza sui luoghi di lavoro sono i punti cardine del nuovo contratto provinciale – ha sottolineato Gianluca Cavicchioli, direttore dell’Unione Provinciale Agricoltori di Siena -. Un documento che garantisce inoltre l’alta qualità delle prestazioni lavorative che, nel nostro settore, sono indice e sinonimo di tutela e valorizzazione delle nostre produzioni. Mi preme infine sottolineare la responsabilità di tutte le parti in causa nella fase di contrattazione e che oggi ha portato a questo risultato». «Si tratta di un risultato importante – ha evidenziato il presidente della Cia di Siena Luca Marcucci – per le aziende agricole senesi. Nonostante un periodo di crisi per l’agricoltura, abbiamo raggiunto grazie ad un lavoro congiunto con le altre sigle sindacali, un risultato dignitoso e soddisfacente. L’auspicio è che il nuovo contratto provinciale rappresenti un buon viatico per continuare a lavorare per il bene dell’agricoltura senese».

Fra i punti del nuovo contratto, per quanto concerne la parte economica c’è la rivalutazione del 3% a partire da fine anno 2016. L’adeguamento delle mansioni previste nelle declaratorie per le assunzioni comprende l’attività di agriturismo. Adeguamento della flessibilità d’orario ai limiti previsti dal contratto nazionale. La flessibilità potrà essere utilizzata anche per compensare possibili giornate non lavorate causa maltempo. I lavori che ordinariamente saranno effettuati la domenica vedranno l’armonizzazione dei costi. Prevista la costituzione della commissione paritetica sulla sicurezza. E’ prevista una risposta tangibile ed operativa in favore della riduzione degli infortuni. Inoltre riduzione del contributo Fimiav per le aziende florovivaistiche. Implementazione delle prestazioni di assistenza per gli operai. Per il contratto dei guardiani rivisitazione del sistema di assunzione, rendendolo così più confacente a questa peculiare figura.