Prima pagina

Siena ricorda il Centenario della grande guerra con tante iniziative

Siena ricorda il Centenario della grande guerra, con molte iniziative, a partire dal 6 maggio, alle 17,00, presso la sede dell’Archivio di Stato di Siena, dove ci sarà la “Quarta giornata degli archivi senesi del novecento. Riflessi della grande guerra su Siena e il suo territorio attraverso gli archivi senesi”. Ad organizzare l’evento oltre all’Archivio di Stato, anche il Dipartimento di Scienze Politiche e Internazionali , il Dipartimento di Scienze Storiche e dei Beni culturali e il comitato scientifico composto da Massimo Bianchi, Stefano Maggi, Stefano Moscadelli, e Patrizia Turrini. Il 7 e 8 maggio ci sarà, alle 10, presso l’Accademia dei Rozzi, Salone degli specchi, un convegno dal titolo “La grande guerra in provincia. Comunità locali e fronte interno: fonti e studi su società e conflitto”. ”L’incontro è promosso da “Progressus”, rivista di storia, in collaborazione con il Dipartimento di scienze politiche e internazionali dell’Università di Siena e vuole essere un’occasione per un bilancio, ma anche per il lancio di nuove frontiere di ricerca. Il 7 maggio alle 17.30 si terrà anche una tavola rotonda alla quale parteciperanno il Prefetto Renato Saccone, il Generale Fabio Mini, il prof. Mario Ascheri, il prof. Giuliano Catoni, il prof. Luigi Tomassini e il moderatore sarà il prof. Stefano Maggi, Direttore del Dipartimento di Scienze politiche e internazionali dell’Università di Siena. “Arriveranno studiosi da tutta Italia – afferma Maggi – per affrontare uno dei temi che ancora ha necessità di essere trattato a fondo”. Il 24 maggio, alle 21, il Comune di Siena organizzerà al Teatro dei Rozzi, un’iniziativa originale: “Uno, nessuno, seicentomila: La storia quasi vera del milite ignoto” di Emilio Franzina e Hotel Rif. Uno spettacolo che sarà aperto gratuitamente a chiunque voglia partecipare. Ma grande attenzione sarà rivolta anche alle scuole: il 25 maggio, avverrà la proiezione del documentario del giornalista Juri Guerranti “1915 – 1918: Siena e provincia nella grande guerra”, presso l’auditorium del Monte dei Paschi di Siena in Viale Mazzini.”In soli 60 minuti – spiega Guerranti – racconterò la storia dei senesi al fronte e di coloro che sono rimasti in città, con documenti d’archivio e interviste che fanno rivivere la realtà della guerra anche attraverso l’impegno delle contrade. Grande attenzione sarà rivolta anche verso l’arrivo di tutti quei profughi, che ricevettero indumenti, accoglienza e calore da parte di tutti i senesi. Una lezione di vita oltre che di storia”. In programma anche una mostra fotografica “Fotografi in trincea – l’obiettivo di Fabio Bargagli Petrucci e di altri combattenti senesi alla guerra 1915-‘18” con il sostegno di Banca Cras. Il 24 giugno sarà invece presentato il numero speciale della “Rivista”, un’edizione speciale che sarà illustrata nella sala degli specchi dell’Accademia dei Rozzi, e che vedrà la partecipazione di Roberto Barzanti, Giuliano Catoni, Mauro Barni, Narcisa Fargnoli, Alberto Fiorini, Ettore Pellegrini, Felicia Rotundo e Giacomo Zanibelli. Momento importante sarà anche la traversata dell’esercito italiano in tutte le regioni, anche in quella toscana. Tappa della staffetta sarà, infatti, anche Siena: il 20 maggio in Piazza del campo arriverà l’esercito e ad aspettarli ci sarà la Folgore che allestirà per l’occasione una mostra di mezzi militari, materiali ed equipaggiamenti.

Simona Sassetti

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena