Siena Hockey alle prese con l’ostica trasferta a Prato
25 Nov, 2016
siena-hockey-mirko-lazzeri

Secondo turno di campionato e prima trasferta per il Siena Hockey che domani sera deve vedersela contro l’ambizioso Maliseti Prato in quello che si preannuncia come uno degli scontri diretti per le prime due piazze del girone C del campionato cadetto. La squadra di Biancucci arriva all’appuntamento galvanizzata dal brillante esordio di sabato scorso con il Viareggio ma con i piedi solidamente ben piantati per terra e consapevole che occorrerà continuare a dare il massimo per continuare a sognare. Tutto il gruppo ha comunque dimostrato di essere sulla buona strada per quanto concerne l’intesa fra vecchi e nuovi componenti la rosa. Durante la gara d’esordio si è visto infatti come da un lato questi ultimi abbiano dato dimostrazione di voler integrarsi con il “nucleo storico” senza la presunzione di voler risolvere la partita con azioni individuali – se non quando se ne presenti la chiara occasione da rete – preferendo il gioco d’assieme e dall’altro è stata altrettanto evidente la voglia dei ragazzi made in Siena di adeguarsi ai ritmi decisamente di tutt’altro livello impressi da Achilli, Polverini e co. Chi li ha potuti ammirare dalle tribune – finalmente gremite – del pattinodromo della Colonna S. Marco si è letteralmente stropicciato gli occhi nel vedere uno spettacolo di grande livello, sia per quanto concerne il gioco d’assieme che in alcuni tocchi a dir poco raffinati messi in mostra non solo dagli esperti neoacquisti, ma anche dai ragazzi di casa, con Mirko Lazzeri, fra gli altri, decisamente sugli scudi. In generale si può certamente dire che i nuovi, come era nelle aspettative della dirigenza senese, stanno facendo da traino a tutto il gruppo, spingendo tutti i ragazzi a lavorare già in allenamento su ritmi e velocità di tutt’altro livello rispetto a quello cui erano abituati ed un primo cambio di passo si è già potuto toccare con mano in occasione della gara d’esordio. Occorrerà quindi continuare a lavorare duramente su questa falsariga per far sì che questo gruppo possa togliersi le soddisfazioni che merita: sarà questo il principale compito di Biancucci in questa stagione, mantenere sempre alto il livello dell’asticella per riuscire poi a concretizzare in gara le legittime ambizioni di questo gruppo. Ecco che arriva a proposito l’incontro con il Maliseti Prato: gli avversari si presentano sicuramente con un ottimo biglietto da visita, la sonante vittoria (7-1) conquistata in trasferta a Follonica contro lo SCS, formazione che tutti gli addetti ai lavori davano come predestinata alla vittoria del girone. La squadra laniera diventa adesso per tutti l’avversario da battere e lo scontro di domani dirà molto anche sulle possibilità del Siena in prospettiva finale. I padroni di casa hanno deciso di puntare in modo quasi esclusivo sui ragazzi del proprio vivaio (unico innesto in rosa è quello di Fioravanti dal Sarzana), forti del fatto che con questi elementi sono state disputate le ultime due stagioni, in A1 prima ed in A2 poi, retrocedendo in entrambi i casi, ma facendo in questo modo accumulare una preziosa esperienza di alto livello ad un gruppo che adesso punta ad un pronto ritorno in A2. Gli unici investimenti fatti hanno riguardato lo staff tecnico, con l’arrivo dell’allenatore Paolo De Rinaldis (che lo scorso anno ha guidato il Lodi alla finale scudetto poi persa contro il Forte dei Marmi) ed il preparatore dei portieri Zemmi, da anni in questo ruolo negli staff delle squadre nazionali.