Prima pagina

“Siena guarda il cielo, da terra e dallo spazio”: la ricerca spaziale e astronomica dell’Ateneo senese si apre alla città

La ricerca spaziale e astronomica del dipartimento di Scienze fisiche, della terra e dell’ambiente dell’Università di Siena sarà protagonista di un evento di divulgazione aperto al pubblico il prossimo lunedì 5 ottobre.
A partire dalle ore 18, presso la sede del dipartimento al complesso didattico del S. Niccolò, in Via Roma 56, aula 5, il professor Pier Simone Marrocchesi, responsabile scientifico della partecipazione italiana alla missione dell’osservatorio spaziale CALET e co-principal investigator della collaborazione internazionale, racconterà come i ricercatori studiano il cielo dallo spazio e le ricadute della ricerca nella vita di ogni giorno. Parlerà infatti della recente installazione del telescopio CALET a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, che fornirà nei prossimi anni informazioni relative alla radiazione cosmica di alta energia proveniente dallo spazio e indagherà su alcuni misteri ancora irrisolti dell’astrofisica.
Seguirà l’intervento di Midori Nishiura, visiting professor della Ochanomizu University, dal titolo “Japan’s Space outreach today, and prospects of Remote Sensing”.
A seguire, Alessandro Marchini, responsabile dell’Osservatorio Astronomico dell’Ateneo, presenterà le attività didattiche dell’Osservatorio e introdurrà l’intervento di Sara Marullo, laureanda del corso di Fisica e Tecnologie Avanzate che ha recentemente scoperto una nuova stella variabile, e che racconterà la storia della sua scoperta.
La serata si concluderà con l’osservazione, se le condizioni meteo lo permetteranno, di un passaggio molto luminoso della Stazione Spaziale Internazionale.
Il programma dell’evento è sulle pagine web del dipartimento: http://www.dsfta.unisi.it/it/eventi/siena-guarda-il-cielo-da-terra-e-dallo-spazio.

RADIO STREAMING POPUP

ESTRA NOTIZIE

Ad

Meteo

Meteo Siena