Siena eccellenza nell’immunoterapia, Visigalli: “Io il primo paziente in Europa”
2 Ott, 2018
0k.2 (09)

E’ a Siena che si è provata per la prima volta la cura contro il tumore messa a punto a seguito della molecola scoperta da James Allison, oggi vincitore insieme a Tasuku Honjo del premio Nobel per la medicina. Una sperimentazione a cui si sottopose Letterio Visigalli, ex giocatore di basket, bandiera della Mens Sana anni Ottanta, che una volta scoperto di aver il tumore si rivolse al professor Maio, direttore del Cio e dell’Unità Operativa Complessa di Immunoterapia Oncologica dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Senese. “Il melanoma si era trasformato in metastasi ed avevo poche chance, poi Maio mi propose di sottopormi alla nuova cura. Sono stato il paziente zero in Europa e dopo anni, nel 2011 ne sono venuto fuori”. Oggi Visigalli è guarito ed ha fondato un’associazione “Quattro mani”, di cui è presidente onorario, che si occupa di aiutare quanti hanno contratto la malattia. Ai microfoni di Antenna Radio Esse, l’ex giocatore biancoverde ha raccontato come è guarito e invitato quanti si trovano a combattere contro il tumore ad avere fiducia.