“Siena brucia”, presentazione del libro di David Allegranti
10 Giu, 2015
siena-brucia-libro-david-allegranti-orig_slide

“Siena brucia” e i senesi stanno a guardare… è il pensiero di David Allegranti, giornalista del Corriere della Sera, che emerge dalle pagine del libro intitolato proprio “Siena brucia” uscito in questi giorni in distribuzione nazionale. Centocinquantacinque pagine per raccontare Siena ed i senesi agli italiani, questo popolo strano che ha forte il valore della senesità, l’attaccamento al Palio ma che ha visto spengersi nel silenzio un’epoca d’oro. Con testimonianze proprio di senesi come Barzanti, Mazzini, lo stesso sindaco, Allegranti si addrentra negli ultimi 20 anni della storia di Siena, dall’acquisto di banca 121, all’operazione Antonveneta, alle distribuzione di milioni da parte della Fondazione, fino alla morte di David Rossi. “Per me quello è il momento in cui Siena ha perso la sua innocenza, il momento in cui il ‘cuore di tenebra’ senese si manifesta in tutta la sua tragicità. Nel capitolo dedicato a questo argomento racconto il funerale che ho vissuto in prima persona ed un episodio che mi ha colpito molto e mi è sembrato molto significativo per spiegare, a chi non è senese, qual’è lo spirito di Siena, che poi è l’obiettivo di questo libro: il colloquio che ho avuto con il correttore della Lupa Don Sergio Volpi che celebrò la funzione. David Rossi era ateo e io gli chiesi come si poteva conciliare questo fatto con un rito religioso, se pur breve; lui, con estrema naturalezza, mi rispose che il vincolo della contrada è più forte di quello religioso e, detto da un prete, mi sembrò clamoroso. Magari per un senese questa è una cosa normale, ma spiegarla a chi non è di Siena è complicato, sembra davvero che si parli di un mondo a parte. E lo dico con estremo rispetto”.

Il libro sarà presentato domani alle ore 17 alla biblioteca comunale degli Intronati. Parteciperanno anche il sindaco Valentini e l’opinionista Roberto Barzanti, oltre al direttore del Corriere Fiorentino Paolo Ermini.