Sicurezza stradale e inquinamento luminoso, gli investimenti del comune di Buonconvento
17 Nov, 2018
Buonconvento

Entro il termine della legislatura saranno realizzati gli attraversamenti semaforici, a chiamata, sulla Cassia. Lo annuncia il sindaco Paolo Montemerani, ribadendo una serie di impegni presi, e mantenuti, con i cittadini. Sul fronte della sicurezza stradale sono stati installati impianti di videosorveglianza istallati (per adesso l’investimento è di 50 mila euro, ma altre telecamere sono in programma), utili non solo per la sicurezza generale ma anche per la sicurezza stradale. Numerose telecamere identificano anche le targhe dei veicoli in transito e servono di supporto per i vigili al fine di controllare assicurazione auto e revisioni, garantendo così tutela e prevenzione nei confronti di pedoni e automobilisti. Intanto è stato effettuato un lavoro importante sulla nuova illuminazione pubblica, su più fronti: risparmio energetico, una migliore gestione dell’inquinamento luminoso e messa in sicurezza degli impianti.

Altri lavori pubblici preventivati, comunque non urgenti, non sono ancora stati eseguiti sia per motivi tecnici che economici. Però sono stati fatti lavori alle scuole nei musei (impiantistica in particolare ) e si è provveduto alla cartellonistica, per individuare o raggiungere meglio le località più isolate. Altri progetti richiedono solo tempo. Ad esempio, il recupero dell’ex Consorzio agrario è in una fase delicata: c’è di mezzo la Magistratura, con due cause civili in corso. È in dirittura di arrivo, invece, la realizzazione del centro intercomunale della Protezione civile. Attualmente si stanno perfezionando le ultime vendite a Pubblica assistenza e Misericordia: i notai sono al lavoro e, se non ci sono intoppi, i contratti di vendita saranno effettuati prima di Natale. Ma sono anche altri, gli aspetti che i cittadini devono conoscere. Ad esempio, la caserma dei Carabinieri riceve ogni anno un contributo di 25 mila euro, da parte del Comune, per consentire, in accordo con la Provincia, la Prefettura e il Comando provinciale dell’Arma, la ristrutturazione della vecchia sede. “Ma al prossimo Consiglio comunale – annuncia il sindaco – si modificherà il piano triennale di spesa”. Tutte le voci del programma elettorale hanno una precisa collocazione nel programma dell’attuale amministrazione. Nonostante difficoltà, burocrazia, l’eredità di bilancio da risanato, i servizi non sono mai mancati, le tariffe non sono aumentate, mentre il programma di investimenti e progetti dell’Amministrazione comunale prosegue a ritmo serrato. C’è poi chi non vuole accorgersene e, pur essendo in Consiglio comunale da oltre dieci anni, fa finta di passare lì per caso, presentando interrogazioni su problemi urbanistici e di edilizia che risalgono a quasi tre lustri or sono (ma dov’era, finora, quel consigliere di opposizione?), oppure facendo illazioni sulle presunte “mancate promesse” del Comune. La realtà è ben diversa, e anche la necessità, per l’opposizione, di conquistare un po’ di visibilità, dovrebbe fermarsi sul limite della decenza.