Sicurezza Palio, bilancio positivo
4 Lug, 2017
polizia controlli palio 5

Tutto ha funzionato sul fronte della sicurezza nei cinque giorni di Palio. L’impegno, maggiore di sempre, richiesto a tutte le componenti interessate dall’evento, ha prodotto i suoi risultati, positivi, a partire dalle Forze dell’Ordine fino ad arrivare alle Contrade e agli altri enti ed aziende che in qualche modo sono stati coinvolti nei servizi, fornendo il proprio contributo per garantire i massimi livelli di sicurezza, senza ciò avesse un impatto sugli usi e sulle tradizioni paliesche e sulle abitudini della città.
A dirlo non sono soltanto gli addetti ai lavori, ma molti senesi che da più parti hanno fatto arrivare il proprio apprezzamento al questore e al personale in servizio per la gestione della sicurezza, sia nel centro storico che nell’area allargata esterna alle mura, con tutti gli itinerari che portano alla città.
Fra i vari aspetti, una novità assai gradita da tutti è stato l’apporto degli studenti cinesi, arabi e russi, dell’Università per Stranieri di Siena, che affiancando le forze dell’ordine hanno fornito informazioni alla gente, nel giorno del Palio, soprattutto nelle fasi di afflusso verso Piazza del Campo.
Durante un breve debriefing, tenuto ieri mattina con il personale dei reparti speciali, il Questore Maurizio Piccolotti, ha tracciato un bilancio dei servizi svolti nelle 5 giornate, che hanno viste impegnate oltre 1000 unità di rinforzo, provenienti da varie regioni fra cui anche dal Lazio, dalla Liguria e dalla Lombardia, che insieme alle forze territoriali portano ad un totale di oltre 1600 operatori, il 51 % dei quali della Polizia di Stato, il 34% dell’Arma dei Carabinieri, il 13% della Guardia di Finanza e il 2% della Polizia Provinciale, oltre a quelli della Polizia Municipale, impegnata in molteplici e diversificate incombenze.
Il Questore, nel condividere insieme al personale e ai suoi funzionari l’esperienza appena conclusa, che costituirà una base già sperimentata per i futuri appuntamenti palieschi, ha espresso il proprio ringraziamento per la loro accurata e professionale opera, mai eccessiva e ridondante, che insieme alle fattiva e costruttiva partecipazione delle Contrade, e di tutta la cittadinanza ha consentito di realizzare in modo ottimale una pianificazione complessa, sviluppata sulla base di tutte le riunioni di Comitato provinciale per l’ordine e la Sicurezza Pubblica e dei Tavoli tecnici.