Si apre il sipario sulla nuova Mens Sana
20 Ago, 2014
logo_are_6_trasp

Calpestare questo parquet è stata un’emozione per tutti quei giocatori che hanno sempre sognato di essere qui. Si apre un nuovo capitolo e c’è grinta più che mai negli occhi dei giocatori. ”Venire qua è un onore e un onere – afferma l’infortunato Davide Parente – insieme ai miei compagni ho scelto di sposare questo progetto perchè abbiamo già in mente quale è il nostro obiettivo e ora non ci possiamo nascondere”.

Come ha confermato il coach Matteo Mecacci: ”Da oggi si fa sul serio e da domani con il primo allenamento ci saranno le prime emozioni, un primo passo lungo la grande stagione”. Ma non è stato ancora completato il roster. ”Mancano due lunghi – ha confermato il Coach – all’inizio dovremmo anche fare a meno di Parente, ma il suo ginocchio risponde bene”.

Grande ritorno quello di Roberto Chiacig che di certo non si aspettava di rientrare in questa società. ” Essere qui è  un’emozione immensa anche se dobbiamo cominciare da capo riniziando da una categoria bassa senza perdere di vista l’obiettivo di tornare in categorie più consone. Ci sarà da lottare perchè le partite contano dalla prima all’ultima e noi dobbiamo essere concentrati. Io per primo sono qui per giocare bene e per essere di aiuto ai miei compagni”. Grande emozione nei suoi occhi per la Mens Sana, ma anche grande amarezza per aver perso un posto tra le grandi.

”Faremo da subito il meglio possibile”, afferma Alex Ranuzzi, il cui mito, da sempre, è David Moss.

”Siamo in un parquet dove è stata fatta la storia del basket e se ci guardiamo in alto ci sono ancora le maglie di quei giocatori mito per noi – spiega Lorenzo Panzini – per questo  convinceremo sempre più persone a venirci a vedere in questo palazzetto”. Un girone però da non sottovalutare: ”In questo girone potremmo essere noi la squadra da battere ma ci sono anche altre cinque squadre che hanno voglia di lottare”.

Anche un senese fra i giocatori, Francesco Bonelli cresciuto nelle giovanili della Mens Sana ”Ce la metterò tutta finché non recupera Davide Parente e per il dopo non ho pretese”.

La squadra è stata presentata e ufficializzata ora c’è da aspettare la prima amichevole al PalaEstra il prossimo 3 settembre.

Simona Sassetti