Prima pagina

Sgominata la ‘ndrangheta nel centro Italia: arresti anche nel senese

Nel corso della mattinata di oggi, i carabinieri del Ros hanno eseguito 61 arresti nelle province di Perugia, Roma, Crotone, Cosenza, Arezzo, Siena, Ancona, Macerata, Viterbo, Caserta, Bologna, Varese e in Germania, su disposizione del Gip del Tribunale di Perugia, su richiesta della locale Procura Distrettuale Antimafia. I reati contestati sono associazione per delinquere di tipo mafioso, estorsioni, usura, incendi e danneggiamenti, bancarotta fraudolenta, truffe, trasferimento fraudolento di valori, tutti aggravati dalle modalità mafiose, associazione finalizzata al narcotraffico e sfruttamento della prostituzione. Al centro delle indagini una rete ‘ndranghetista radicata in Umbria, con diffuse infiltrazioni nel tessuto economico locale e saldi collegamenti con le cosche calabresi di origine. I militari hanno anche eseguito un provvedimento di sequestro di beni mobili ed immobili, riconducibili agli indagati e ritenuti provento delle attività illegali, del valore di oltre 30 milioni di euro. “Oltre alle numerose minacce di morte agli imprenditori tartassati – spiega il procuratore nazionale antimafia Franco Roberti – questo gruppo era in espansione territoriale. Quello che mi ha colpito esaminando gli atti sono i legami con i settori emergenti della green economy e del fotovoltaico: settore in grande sviluppo che sta acquisendo importanza nel nostro Paese”.

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena