Serremaggio, salto nel Medioevo a Rapolano. Il borgo si veste a festa dal 7 al 15 maggio
16 Apr, 2016
serremaggio1

Un viaggio nel tempo e nella storia, dove passato, presente e futuro si fondono. Questo il fascino e la magia che arrivano dal Castello di Serre di Rapolano (Siena) che, dal 7 al 15 maggio, si veste a festa per il “Serremaggio” con le tradizionali celebrazioni dedicate alla sua regina medievale, Ciambragina, organizzate dalla Proloco di Serre con il patrocinio del Comune di Rapolano Terme.

La rievocazione – Il tradizionale appuntamento si svolge in un’intensa settimana ricca di appuntamenti. Viene celebrata Ciambragina, fanciulla sposata dal ricco mercante senese Giovanni de’ Rossi e giunta a Serre dalla francese Cambrai, città nota per i suoi mercati di stoffe, pellicce e cuoiame. Il castello di Serre divenne così, alla fine del 1300, la reggia di Ciambragina. Le celebrazioni fanno rivivere il Castello al tempo di Ciambragina e rappresentano, a tutti gli effetti, il cuore del Serremaggio. Il corteo storico, dove tutti gli abitanti del borgo sfilano per le vie del centro storico con sublimi abiti rinascimentali, è in programma domenica 8 maggio alle 16 e alle 23 con repliche sabato 14 e domenica 15 maggio, accompagnato dalle esibizioni dal vivo dei Giullari Fiorentini, del Mago Paolo, degli Spadaccini di Soriano, le Sorelle Baciador, i Mestieri Opificum, degli Acrobati del Borgo, il Mago Paolo, Messer Lurinetto, Gaby Corbo e il Mago della Maiella, Errabundi Musici, gli Arcieri del Borro, la Compagnia del Bossolo, i Tamburini e Sbandieratori delle Serre.

Serremaggio di gusto – Gusto e sapori tipici del territorio sono ormai diventati un “must” del Serremaggio. Eventi clou all’insegna della buona tavola sono le cene medievali. Ad inaugurare la kermesse sarà infatti la Cena dei Cavalieri, sabato 7 maggio alle 20.30 all’antico Granaio della Grancia. «Sotto le volte dall’antico Granaione, al tramonto del sole, si darà inizio al convivio aristocratico accompagnato dal suono di musici, con giullari e danzatori, in un’atmosfera calda e intensa», scrivono gli organizzatori nell’invito. Nel menù si trova mesticanza di verdure alla frutta secca, torta di orzo e porcini, “sopa di ciceri” al farro, pollo all’agresto con finocchi arricchiti al cascio, bocconcini di porcello alla medievale, ciceri speziati e, come dessert, melatello alle noci con vino concio (prenotazione obbligatoria al 371-1753479, costo 30 euro). Da non perdere le Cene povere medievali in programma domenica 8 maggio al Tinaio, sabato 14 e domenica 15 maggio, all’antico Granaio della Grancia. La settimana proseguirà poi con il Braciere con degustazione di carne chianina alla spaghetteria (lunedì 9 maggio dalle 19) e la tradizionale Cena con lumache (mercoledì 13 maggio alle 19.30 al Teatro Verdi).

Serremaggio di cultura – Teatro, cultura e musica animano, come da tradizione, il Serremaggio. Manifestazione al via sabato 7 maggio alle 18, con lo spettacolo “Monologo”, in programma al Teatro Gori Martini nell’ambito della rassegna Teatro a Km 0, organizzato dalla Fondazione Musei Senesi. Si conferma, anche nell’edizione 2016, il “Serremaggio trekking”, passeggiata per le antiche strade bianche del territorio, a cura del Gruppo Escursionisti Berardenga e in programma domenica 8 maggio con partenza alle 8.30 dalla Piazza Centrale di Serre. Performance musicali dal vivo, spettacoli ed eventi animeranno tuta la settimana. Lunedì 9 maggio alle 19.30, in Piazza della Misericordia, è in programma “MutAzioni”, scene ispirate alle “Metamorfosi” di Ovidio con il saggio finale del laboratorio teatrale tenuto da UgoGiulio Lurini e Valentina Grande di laLut alla scuola primaria “Guglielmo Marconi” di Serre, col sostegno del Comune di Rapolano Terme, della Proloco Serremaggio e delle famiglie. Seguirà, alle 21,30, lo spettaccolo d’intrattenimento “Circusbandando”. Martedì 10, alle 21.30, in Piazza Pulceto va in scena “Pulceto jazz”, accompagnamento musicale con degustazione dell’originale Sigaro Toscano. Al Museo dell’Antica Grancia e dell’Olio, alle 21.15, si terrà invece una tavola rotonda sul tema “Il valore e senso della Memoria oggi”: l’iniziativa, organizzata dalla sezione Anpi di Rapolano in collaborazione con il Comune, è strettamente legata alla mostra fotografica di Alessio Duranti “Nel cuore del futuro”. Musica e performance live protagoniste da mercoledì 11 a venerdì 13 maggio: ogni serata prevista un’esibizione dal vivo in Piazza Centrale con, rispettivamente, Dario Straits, Francesco Tronci e il suo karaoke, Diana live music.

Info – Attivo, nei giorni 8, 14 e 15 maggio, un servizio navetta che accompagnerà i visitatori alle porte del castello di Serre dalle 16 alle 22 con orario continuato. Nella giornata di sabato 14 maggio è prevista, per motivi di sicurezza, una limitazione oraria alla somministrazione delle bevande alcoliche, così come è vietata l’introduzione delle stesse all’interno della festa. Per informazioni: www.serremaggio.it ; serremaggio@gmail.com.