Serie C Gold: dopo 10 successo consecutivi al Virtus cade a Montale ma resta in vetta
25 Dic, 2017
Virtus imbrò

Peccato, davvero peccato, perché poteva essere la ciliegina sulla torta di un inizio di stagione sopra le righe. E invece a Montale la Sovrana Pulizie si arrende dopo 10 successi consecutivi. Complici dello stop la prestazione della compagine pistoiese che arriva così al sesto sigillo di fila, le tante palle perse, una prestazione difensiva al di sotto del consueto e un arbitraggio da due pesi e due misure, che ha mandato i locali in lunetta per ben 32 volte contro le 13 della Virtus, privata negli ultimi 15 minuti di Olleia e Simeoli, i migliori fino a quel momento. Tutto questo spiega la sconfitta subita dai rossoblù, che nonostante le difficoltà erano riusciti a portare la gara all’overtime, dove le rotazioni praticamente azzerate hanno fatto il resto, con Montale brava a colpire nel punto debole dei senesi, ovvero sotto canestro. La partita inizia sul segno dell’equilibrio, spezzato dall’ottimo Nesi autore del parziale di 8-0 che permette ai locali di chiudere al primo intervallo sul 19-14. Nel secondo periodo sale di tono la difesa rossoblù, con Simeoli, Olleia e Lenardon che propiziano il break che permette alla Virtus di portarsi sul +5 alla pausa lunga. Nel terzo parziale è sempre la Sovrana a comandare le danze, arrivando al +7. Montale, però, non ci sta e con Magni e il solito Nesi torna a contatto, riuscendo a dare un colpo di coda nel finale di quarto, quando la tripla di Della Rosa riporta i pistoiesi sul +8. Nell’ultimo quarto la Virtus risponde per le rime e nonostante i 5 falli di Simeoli e Olleia, le contestate decisioni arbitrali ed un gioco non fluido come al solito, punto dopo punto rientra in partita trovando la parità con Bianchi per ben 2 volte, prima a quota 66 e poi sul 69 pari, con Montale che non trova il canestro della vittoria grazie alla grande difesa di Pucci. Nel supplementare, però, dopo il vantaggio esterno firmato da Nepi (69-71) la Sovrana non riesce più a giocare in modo fluido in attacco complici le assenze pesanti nel quintetto di Tozzi. Montale, invece, è brava a punire i rossoblù nel pitturato con Magni e Tuci, oltre a realizzare con precisione i tantissimi tiri liberi concessi, che danno ai padroni di casa 2 punti meritati. Tanto rammarico invece per la Virtus che nonostante tutto si mantiene al primo posto, anche se in coabitazione con Pino, Lucca e Valdisieve. Adesso spazio alle Final-4 di Coppa Toscana, il 3 e 4 gennaio a Firenze (semifinale contro Lucca), mentre la prossima gara di campionato sarà domenica 7 gennaio alle 18 contro Synergy, ultimo impegno del girone di andata.

 

 

LIBERTAS MONTALE – SOVRANA PULIZIE VIRTUS SIENA 80 – 74 d.1t.s. (19-14; 34-39; 59-51; 69-69)

Montale: Della Rosa 6, Milani, Nesi 23, Magni 21, Navicelli 2, Ngjela ne, Magnini 4, Gai, Tuci 19, Niccolai ne, Cipriani 5. All. Tonfoni.

Sovrana Pulizie: Ceccatelli 2, Mucci ne, Bianchi 8, Simeoli 16, Baldinotti ne, Olleia 13, Lenardon 10, Imbrò 10, Ndour ne, Nepi 12, Pucci 3, Guilavogui ne. All. Tozzi.