Serie B: Virtus alla ricerca dei primi due punti contro Firenze
14 Ott, 2016
1400X1400

La Sovrana Pulizie torna al PalaCorsoni per la terza giornata di andata del girone A di serie B. Domani sera alle 21 (radiocronaca diretta su Radio Siena) la compagine rossoblù affronta l’Enic Pino Firenze, che proprio come i virtussini si trova ancora a 0 punti in classifica in virtù delle sconfitte subite a Valsesia e contro Cecina. I 2 punti in palio sono quindi molto pesanti per entrambe le formazioni, che hanno l’obiettivo di muovere la loro classifica. Nelle file senesi, persiste ancora qualche dubbio sulla presenza degli acciaccati Lenardon e Nasello, anche se lo staff medico conta di recuperarli entrambi. A presentare il match contro i gigliati è il coach della Sovrana Pulizie Francesco Braccagni.
Braccagni, dopo 2 gare giocate bene che non hanno portato punti, arriva un match in cui il risultato è molto importante…
“Abbiamo giocato 2 buone partite, sia con Omegna che a Montecatini, ma non abbiamo raccolto quanto seminato, soprattutto per merito degli avversari. A questo punto il risultato con Firenze è importantissimo”.
Firenze ha perso le prime 2 gare in modo abbastanza rocambolesco, un po’ come la Virtus. Può essere questo un problema di squadre giovani come voi e i gigliati?
“Sicuramente l’esperienza a questo livello conta tantissimo. Sia noi che Firenze in queste 2 prime partite abbiamo subito lo scotto del salto di categoria e abbiamo trovato giocatori e squadre più esperte che ci hanno messo in difficoltà”.
In settimana alcuni giocatori hanno avuto dei problemini fisici. Adesso come sta la squadra?
“Purtroppo durante la settimana non abbiamo potuto lavorare al meglio a causa di un paio di infortuni. Lenardon e Nasello hanno svolto un lavoro differenziato e non so ancora se recupereranno per domani”.
L’atteggiamento e la grinta sono quelli giusti. Qual è l’aspetto in cui dovete migliorare per ottenere il primo successo?
“L’atteggiamento della squadra è positivo. Dobbiamo migliorare in attacco limitando gli errori banali e aggiustando le percentuali al tiro”.