Serie B: Virtus al PalaCorsoni nel recupero contro Firenze
6 Nov, 2018
Tozzi

Impegno infrasettimanale per la Sovrana Pulizie che domani, mercoledì 7 alle ore 21.15, sarà di scena al PalaCorsoni contro la All Food Fiorentina Basket Firenze, per il recupero della terza giornata di campionato, non disputata dalle due squadre a causa del Palio Straordinario.
La Fiorentina è una delle migliori squadre del Girone A, ed al momento si trova al secondo posto in classifica dietro la Paffoni Omegna, con una partita in meno giocata. L’unica sconfitta per gli uomini di coach Niccolai è arrivata alla prima giornata, in trasferta a Piombino.
In casa Fiorentina tanti volti noti ai tifosi virtussini e senesi, partendo da Corrado Bianconi, plurivincitore di campionati giovanili in maglia Virtus, e Gino Cuccarolo, protagonista in maglia rossoblu dal 2008 al 2010 in Serie A Dilettanti. Nel roster viola presenti anche Sebastian Vico e Simone Berti, entrambi con un passato in maglia Mens Sana.

Ecco le parole del coach della Virtus Maurizio Tozzi in vista della prossima partita:

Nell’ultima partita a Montecatini un buon primo tempo, poi qualche difficoltà. Cosa è successo?

«Nei primi 20 minuti abbiamo giocato in maniera corretta, rispettando con precisione il piano partita, soprattutto in difesa, dove abbiamo tolto la loro arma principale, il contropiede. Purtroppo il secondo tempo è iniziato male in attacco, abbiamo perso un po’ di fiducia e anche difensivamente non siamo stati aggressivi come nel primo tempo. Purtroppo si è verificato di nuovo il fatto che appena abbiamo preso un parzialino si è spenta la luce, loro sono stati bravi a limitarci, però siamo stati noi a spegnerci, dopo una prima parte di gara tosta, dura, ma che stava andando come volevamo noi: punteggio basso e ritmo basso».

Ora il recupero della terza giornata contro la Fiorentina Basket, senza dubbio una delle squadre più in forma del campionato. Che squadra è?

«Sono una super squadra. Domani ci vorrà veramente un’impresa. Non dobbiamo pensare solo al risultato, anche se ovviamente è quello che conta, ma dovremo fare una buona prestazione contro una squadra di questo livello. Nel roster hanno veramente tanto talento, oltre che una struttura fisica impressionante. La cosa principale sarà riuscire ad essere competitivi, giochiamo in casa nostra e questo è un campionato nel quale ci dovremo giocare le nostre chances soprattutto in casa, ed anche quando arrivano queste corazzate dobbiamo cercare di dare del nostro meglio, onorando il campionato e soprattutto la maglia».

Cosa prendere e cosa non dalla trasferta di Montecatini in vista del prossimo impegno?

«Da prendere senz’altro l’impatto. Giocare a Montecatini non è mai facile, e loro lo stanno dimostrando con ogni squadra in questo campionato. Rispetto alle altre trasferte, nelle quali eravamo un po’ scomparsi dopo i primi minuti, siamo andati molto bene nei primi due quarti. Ci siamo portati dietro l’impatto che abbiamo avuto con Pavia, ma ci vuole senz’altro un po’ più di iniziativa in attacco, perché è ovvio che a questi livelli le difese sono molto intense, nessuno ti regala niente e il vantaggio va creato».