Semestrale positiva per Mps, Morelli: “Stiamo andando bene”
3 Ago, 2018
marco-morelli

Confermato l’utile nei conti di Banca Mps. Stamani sono stati presentati i risultati del primo semestre del 2018, periodo chiuso con un utile netto di 288,5 milioni di euro, rispetto al rosso di 3,24 miliardi contabilizzato nello stesso periodo dello scorso anno.
“I numeri del semestre ci dicono che stiamo lavorando nella giusta direzione”, ha detto Marco Morelli, amministratore delegato, aprendo la conference call con gli analisti. Il dg ha evidenziato la crescita nel trimestre del margine di interesse a 448 milioni rispetto ai primi tre mesi (421 milioni) e riccordato l’impatto sui numeri del secondo trimestre derivanti dall’aumento dello spread sui Btp. Morelli ha tenuto a precisare che il rilancio della banca avviene tra i ‘paletti’ stretti del piano di ristrutturazione avallato da Bruxelles per consentire l’aiuto pubblico alla banca. Tornando ai numeri resi noti oggi, gli impieghi alla clientela sono aumentati di 1,4 miliardi. L’indice di solidità Cet1 è al 13% (rispetto al 14,8% di fine 2017), pari a circa 8,4 miliardi di euro, “in leggera flessione rispetto al trimestre precedente per l’aumento del Btp-bund spread”, si legge nella nota di Mps. Ricavi in calo del 7,8% (a 1,7 miliardi di euro), anche per la flessione del margine di interesse e delle commissioni nette. Nel secondo trimestre i ricavi sono diminuiti di 45 milioni di euro rispetto al trimestre precedente, soprattutto sul risultato netto da negoziazione e delle attività/passività finanziarie. L’utile del secondo trimestre è stato di 100,9 milioni di euro, contro i circa 3 miliardi di rosso del secondo trimestre 2017. I dati del secondo trimestre confermano il trend positivo del primo trimestre 2018, chiuso con un risultato positivo per circa 188 milioni. Il titolo stamani però a piazza Affari non ha avuto un esordio positivo, segnando una perdita.