Seconda serata del VI ciclo della rassegna “Viaggio nella Musica”
8 Nov, 2017
spartito musica concerto

Venerdì 10 novembre 2017, ore 21,00 nei locali del Cral MPS, via dei Termini 31, la Sezione soci di Siena di Unicoop Firenze, in collaborazione con il Cral del Monte dei Paschi di Siena, presenta la seconda serata del VI ciclo del Viaggio nella Musica:

I Disertori in : “Ti ricordi Caterina”,
un omaggio a Caterina Bueno, a 10 anni dalla sua scomparsa.

Concerto per Caterina Bueno, a dieci anni dalla sua scomparsa.
Quasi tutto quello che sappiamo del canto toscano di tradizione lo abbiamo imparato da lei e non lo dimentichiamo. Ha raccolto i canti degli sfruttati, dei vinti, degli emarginati in una parola dei subalterni che, attraverso il canto, hanno manifestato la propria visione del mondo e la propria ribellione nei confronti delle classi egemoni.

Portano in scena un racconto del suo lavoro di ricerca attraverso i canti più significativi e spesso poco conosciuti del suo repertorio.
I canti saranno contestualizzati, come era solita fare Caterina nei suoi concerti, con letture tratte da alcune sue interviste e da contributi di intellettuali che l’hanno conosciuta e frequentata durante la sua carriera artistica: Franco Fortini, Antonio Tabucchi,… e Pietro Clemente che sarà uno dei narratori dello spettacolo.
Saranno proiettate in esclusiva alcune delle immagini tratte dal documentario “Caterina”, a cui sta lavorando il regista Francesco Corsi, in collaborazione con i Disertori. La scenografia è del maestro Francesco Del Casino.

I Disertori. È un collettivo musicale che ha avuto un rapporto ‘speciale’ con Caterina, al suo interno lavorano Jamie Marie Lazzara e Giovanni Bartolomei che hanno collaborato per lunghi anni con Caterina. Operano in Toscana con una particolare vocazione per il canto popolare e il canto sociale e di lotta politica. Attivisti e ricercatori, “I Disertori” operano nel senese e sono anche protagonisti della rinascita del rito del Maggio nell’area di Sovicille. Attualmente lavorano, assieme all’Istituto Ernesto de Martino, alla realizzazione di un lavoro discografico dedicato alla guerra civile spagnola e alla lotta antifranchista.