Scuola, da Regione quasi 400mila euro alla Provincia di Siena per studenti disabili
24 Apr, 2018
servizi sociali disabili-2

Oltre 4 milioni e mezzo di euro per l”autonomia e la comunicazione personale degli alunni disabili delle scuole di secondo grado della Toscana, di cui 376mila 270euro destinati agli studenti della provincia di Siena .

“Si tratta di risorse importanti – ha detto il presidente della commissione Sanità in Consiglio regionale Stefano Scaramelli – che la Regione trasferisce alle province toscane dopo che, a partire dal 2015, il governo Renzi le ha rese disponibili. La somma è stata liquidata al termine del 2017 per il corrente anno scolastico. Integrazione e inclusione sono da sempre al primo posto nelle politiche del Partito Democratico. Anche in Consiglio regionale, nel lavoro svolto in questi tre anni dalla Commissione sanità e politiche sociali, il tema della disabilità è sempre stato affrontato nella sua interezza e complessità. Penso all’integrazione scuola-lavoro, alla permanenza delle persone disabili presso le strutture residenziali o semiresidenziali che finalmente è consentita anche dopo il compimento del sessantacinquesimo anno di età. La dimensione della disabilità- ha sottolineato Scaramelli- non può avere limiti definiti aprioristicamente, che si pongono come ulteriori deficit, neppure limiti anagrafici come invece avveniva fino a solo un anno fa. La disabilità è una dimensione con la quale le persone sono chiamate a convivere tutta la vita, e con loro i familiari. Il Durante e Dopo di noi, fortemente voluto dal Pd a livello nazionale, è teso proprio a questo: pensare a realizzare strutture e servizi adatti ad accogliere persone con disabilità oggi e domani, quando non avranno più accanto i loro genitori o familiari.

“La Toscana- ha detto il presidente Stefano Scaramelli- , tramite l’assessorato guidato da Cristina Grieco, ha prontamente risposto al Governo, favorendo così, con un atto concreto, le politiche di integrazione degli alunni con disabilità. Ancora una volta – ha aggiunto Scaramelli – la nostra Regione si caratterizza a favore di politiche inclusive destinando alla loro realizzazione risorse ingenti per provvedimenti concreti”. Con la legge di stabilità per il 2016 governo e parlamento misero a disposizione oltre settanta milioni di euro per l”autonomia e la comunicazione degli alunni con disabilità fisiche o sensoriali. A fine 2017, con decreto del presidente del Consiglio dei ministri, le risorse sono state poi ripartite fra le Regioni. “La Toscana – ha concluso Scaramelli – ha subito provveduto ad assegnarle alle Province, ancora gli enti titolari delle competenze in materia”