Facebook Posts Home Slide Show Prima pagina

Scritte contro Clet, lo street artist che aveva reinterpretato i cartelli stradali a Siena

“Siena merita rispetto scemo”. Recita così la frase scritta con vernice spray sulla porta dello studio fiorentino dello street artist francese Clet Abraham, in Via dell’Olmo. Il riferimento è alle famose opere di Clet, dei disegni che reinterpretano i cartelli stradali. Disegni realizzati nei giorni scorsi a Siena e poi rimossi dalla Polizia Municipale, che avevano fatto scattare tantissimi attestati di solidarietà verso l’artista francese. Solidarietà che è arrivata anche adesso dopo la denuncia di Clet sulla sua pagina Facebook, in primis dal Comune di Siena che “prende le distanze dall’atto vandalico e incomprensibile fatto ai danni dello studio di Clet Abraham” e si dissocia “da ogni tipo di violenza e esprimendo la propria solidarietà al noto artista francese”.

“Siena merita anche un rispetto intelligente, e non solo un rispetto scemo”, ha risposto con ironia Clet. “Non credo che senza un “regalo” come questo sarei riuscito così facilmente a dimostrare come sono proprio coloro che mi accusano di vandalismo a dimostrare l’atteggiamento più distruttivo e tossico”

“Le porte del mio studio sono aperte – continua Clet – si può entrare dentro e discutere con me. Il mio lavoro non è indelebile, se qualcuno si prendesse la briga di provare a toglierlo scoprirebbe che non lascia segni permanenti. Lavoro all’aperto, non mi nascondo proprio perché credo nel dialogo, nel rispetto e nella capacità di mettersi in discussione. SIENA non ti preoccupare, io cerco di darti la parte più intelligente del mio rispetto, quello scemo lo lascio agli imbrattatori”.

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena