Prima pagina

Sciopero generale Cgil e Uil a Siena, misure di sicurezze stabilite dalla Polizia

La manifestazione di domani per lo sciopero generale di 8 ore indetto da CGIL e UIL prevista a Siena per i territori di Arezzo, Grosseto e Siena avrà il seguente programma: ritrovo dei manifestanti per il corteo ai giardini della Lizza alle ore 8,30 e comizio conclusivo in Piazza del Duomo intorno alle 11,30.
Dal palco parleranno Sandro Santinami, Segretario territoriale della UIL area Toscana del sud, e il Segretario Generale della CGIL Toscana Alessio Gramolati.
Tante le testimonianze che si alterneranno in Piazza del Duomo: una lavoratrice impiegata nei servizi in appalto (pulizie all’Ospedale di Arezzo), una dipendente della ditta MABRO (azienda tessile e di abbigliamento del grossetano in crisi da molti anni), un insegnante di scuola secondaria di 1° grado di Sinalunga, un lavoratore della COOP, una dipendente di una concessionaria di auto di Siena, un lavoratore del settore laterizio lapideo, uno studente universitario, una ex precaria delle Poste.

In una nota stampa la Polizia di Stato presenta le misure di sicurezza disposte per la manifestazione di domani

Accompagneranno il corteo due gruppi musicali: i Bandao e la Fantomatik Orchestra.
Questa mattina si è tenuto in Questura il tavolo tecnico per pianificare le misure per l’ordine e la sicurezza pubblica in vista della manifestazione con corteo che si terrà domani mattina, 12 dicembre.
La riunione, presieduta dal Questore di Siena Maurizio Piccolotti, è seguita a quella di coordinamento tenuta dal Prefetto Renato Saccone poche ore prima.
Al tavolo del Questore si sono riuniti i rappresentanti delle organizzazioni sindacali CGIL e UIL promotori dell’evento ed esponenti delle diverse Forze e Corpi di Polizia, oltre alle varie amministrazioni ed aziende, compresa quella di trasporto locale, interessate dalla manifestazione.
Nel corso della riunione è stato fatto il punto della situazione analizzando le potenziali criticità connesse alla prevista partecipazione di circa 5.000 persone, provenienti anche dalle province di Arezzo e Grosseto, definendo il quadro dei servizi per garantire l’ordine e la sicurezza pubblica.
In occasione dell’arrivo dei manifestanti, che si concentreranno presso piazza della Lizza intorno alle ore 08.30, saranno presidiate sia le vie di afflusso verso la città, con particolare attenzione alla zona di arrivo dei pullman presso il parcheggio ex campino di San Prospero e le strade del centro storico, da piazza Matteotti passando per Salimbeni, via Banchi di Sopra, via di Città e via del Capitano, dove si muoverà il corteo dei manifestanti, fino ad arrivare in Piazza Duomo dove si terrà il comizio finale.
Tutte le misure pianificate sono finalizzate a garantire che la manifestazione si svolga senza turbative per l’ordine e la sicurezza pubblica ma anche a contenere l’impatto che avrà sul traffico la presenza dei numerosi manifestanti, con una significativa implementazione dei servizi.
Al riguardo è stata convocata al tavolo tecnico l’azienda trasporti locale, presente con un proprio rappresentante, affinché nel quadro di conoscenza complessivo possano essere adottati gli interventi di pertinenza per i veicoli pubblici della mobilità urbana e extraurbana.

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena