Scherma Cus Siena: doppio bronzo per Alberto Morelli alla prima prova nazionale paralimpica
4 Gen, 2017
scherma-cus-ancona-paralimpico

Alberto Morelli del CUS Siena Scherma ESTRA conquista un doppio bronzo nella prima prova nazionale paralimpica ad Ancona. Morelli nel fioretto ,dopo i gironi, incontra nel quarto di finale il compagno di sala Cesidio Petruzzelli, che era al suo debutto, lo supera ed in semifinale viene battuto dal trevigiano Dei Rossi conquistando un bel bronzo e Petruzzelli un meritato sesto posto che lo stimola per il futuro. Nel la gara di sciabola Alberto Morelli conquista un altro bronzo,battuto sul filo di lana dal frascatano Miele,bronzo che questa volta lascia un po’ d’amaro in bocca al bravo Alberto che aveva condotto l’assalto sempre in vantaggio. I due paralimpici senesi, daranno sicuramente altre soddisfazioni nel corso dell’anno agonistico al sodalizio universitario senese.

Sempre ad Ancona si è svolta la prima prova nazionale under 14,qui i giovani cussini/e hanno mostrato luci ed ombre; le luci sono quelle di Caterina Ricci nella Categoria ragazze che chiude in dodicesima posizione cedendo nell’assalto di accesso alla finale ad otto alla vincitrce della prova, la livornese Biasco, nella stessa categoria soddisfacenti le prestazioni di Lavinia Biagiotti 29^ e Caterina Scarselli 33^. L’altra luce è quella di Camilla Bonechi che chiude tredicesima nella categoria giovanissime,seguita seguita nel tabellone da 64 dalle compagne Lucrezia Riviello, Sara Grasso, Valentina Bichi, Elia Nina e Giorgia Paglialunga. L’ultima luce è quella di Stella Trabalzini che ha perso l’assalto per la finale ad otto chiudendo in sedicesima posizione,seguita in 17^ da Matilde Calamassi, a seguire 26^ Viola Mori e 44^ Greta Bucciarelli al suo debutto. Nelle allieve tabellone da 64 per Arianna Mori che chiude 41^ e Emma Petrini 59^.

In campo maschile un po’ di ombre con Joseh Ceroni che chiude al 18° posto,sottotono rispetto alle sue capacità e ai risultati che ci ha abituato,così come Matteo Nieto Kosta che chiude nel tabellone da 64 cedendo al mestrino Moro poi bronzo,per non parlare di Giovanni Settefonti fuori nel tabellone da 128. I tre cussini se sapranno trovare più attenzione negli allenamenti potranno certamente tornare su livelli più alti; così come Francesco Oliboni 37° negli allievi e Sebastian Cerretini eliminato proprio da Oliboni nel tabellone da 128. Infine i più piccoli nella categoria maschietti si sono ben difesi con Leonardo Puglisi che conquista il tabellone da 64,mentre Giovanni Menti e Sergio Ricci si fermano in quello da 128.