Scherma Cus Siena campione del mondo Master Sciabola a squadre
26 Ott, 2016
scm-squadre-mondiali-master-2016

I Master della Sezione Scherma del CUS ESTRA Fabio Miraldi, Daniele Giannini e Filippo Carlucci sono stati convocati ai Campionati del Mondo di Stralsund in Germania, i primi due nel fioretto e l’ultimo nella sciabola. Vediamo nel dettaglio i risultati: Daniele Giannini non è potuto partire per motivi familiari ed stato sostituito dalla riserva Gambitta di Ancona, Fabio Miraldi, campione del mondo uscente, dopo un girone al di sotto delle attese (3 vittorie e 2 sconfitte), supera senza difficoltà il cinese Wang per 10-4. Nel tabellone dei 32 si arrende al russo Tarasov per 4-5, in un assalto caratterizzato da decisioni arbitrali discutibili, alla fine sarà 23º.
Nella prova squadre, l’Italia nel girone batte la Russia agevolmente ma perde con la Germania, salta comunque la prima diretta e nel tabellone degli 8 batte gli Stati Uniti ed in semifinale si arrende di misura al Giappone, poi campione del mondo. Purtroppo la sconfitta con i nipponici pesa anche nella finale per il terzo e quarto posto, nuovamente con la Germania che conquista il bronzo. Nella prova di sciabola individuale Filippo Carlucci vicepresidente CUS, campione del mondo 2014 a Debrecen in Ungheria, esce dai gironi con il numero 6 del tabellone della diretta ed è l’unico italiano a saltare il tabellone da 64. Nel tabellone dei 32 incontra il belga Bottecchia sconfitto peor 10-6 e nei 16 supera con identico punteggio il tedesco Kobyakov. Nei quarti di finale per andare a podio incontra l’americano Becker avversario ostico con il quale non riesce mai ad entrare in assalto, alla fine si arrende per 7-10, classificandosi quinto.
Il giorno successivo nella prova a squadre l’Italia, nel girone, supera agevolmente la Francia e la forte compagine Russa, grazie anche ad un decisivo assalto di Carlucci che infligge un netto 5-1 al fortissimo russo Aleksandrov. Negli otto l’italia superare agevolmente Olanda 30-23 e si presenta in semifinale con la fortissima squadra USA. Una grande tattica di squadra ed un Carlucci in “palla” spalancano le porte della finale per 30-26 . Italia – Gran Bretagna è la finale per l’oro: un Carlucci lanciatissimo ben supportato dal mestrino Carrara,che si era imposto nell’individuale, travolgono 30-21 la nazionale britannica e si laureano così campioni del mondo con l’atleta cussino che torna a mettere al collo un oro mondiale.

Filippo Carlucci

Filippo Carlucci

Intanto ad Ariccia per la Sezione Scherma del CUS ESTRA è andata in scena la prima prova nazionale under 17 di fioretto.
Bella prestazione per Costanza Frambati che su oltre 190 partecipanti raggiunge il tabellone delle “32” e inizia a ripagarsi del forte impegno in allenamento maturato in tutta scorsa stagione. Questo risultato: 29° le permette di qualificarsi per la prova nazionale giovani ed apre uno spiraglio per la finale del Campionato Italiano under17.
Fra i maschi, oltre 230 al via , da lodare l’impegno di tutti e quattro i cussini in gara. Dopo i gironi solo Matteo Petrini rimane escluso per poche posizioni dalla eliminazione diretta, ma per lui ci sono ampi margini di miglioramento nella stagione. Nel primo incontro di diretta Lorenzo Schiavone viene superato per sole 2 stoccate, 13/15, ma limitato da un problema alla caviglia. Vittoria per Manuel Ceroni e Alessandro Lilli che accedono ai “128”. Qui si fermano entrambi con Lilli che all’esordio in categoria dimostra che volontà e attenzione possono essere espresse di fronte ad avversari anche molto più forti riuscendo a mettere a segno delle belle stoccate. Ceroni invece sbaglia molto con un avversario alla sua portata ma ci sarà anche per lui modo di rifarsi nel proseguo della stagione.