Scaramelli: “Il Pd in Toscana è partito con il piede giusto. Giani è un uomo in gamba e preparato”
26 Giu, 2015
Scaramelli in consiglio regionale

“Il Consiglio regionale alla prima votazione ha eletto presidente Eugenio Giani, persona affabile, un uomo in gamba e preparato che, per me, sarà come un padre dal quale andrò a prendere consigli per la mia azione politica. Giani è la migliore delle soluzioni, una scelta pienamente condivisa dal nostro gruppo in modo unanime”. Così Stefano Scaramelli, Consigliere della Regione Toscana, commenta il primo giorno di lavoro dell’assemblea Toscana. “Il Pd è partito con il piede giusto, si è mostrato – continua Scaramelli – compatto e unito sin dalle prime mosse, gettando le basi per creare un clima di lavoro proficuo. Tra le prime novità, proposte dal presidente del Consiglio regionale, diminuire le ferie e, poi, l’idea di permettere anche al presidente della Regione, agli assessori e ai consiglieri regionali di vestire una fascia, come il tricolore dei sindaci, nei momenti di rappresentanza. Una iniziativa importante perché vestire la fascia di rappresentanza non è un vezzo ma un simbolo che ci farà sentire uguali, uniti nel comune sentire il valore e l’impegno della rappresentanza della Toscana, tutta. Ogni Consigliere, infatti, non rappresenta solo la provincia da cui arriva ma la Regione. Valori che il Partito Democratico ha incarnato e fatto propri anche in un altro importante passaggio, quello della designazione, all’unanimità, del nostro capogruppo Leonardo Marras. Con questa legislatura inizia una nuova fase per la Regione. La Toscana dovrà guardare al futuro e progettare con lungimiranza e concretezza il futuro dei nostri figli. E’ con questo senso di responsabilità che ho intrapreso la nuova avventura in Toscana che mi vedrà impegnato come Consigliere regionale a tempo pieno”.

Il prossimo Consiglio è in programma per il 30 giungo, lo stesso giorno in cui, dopo aver terminato la seduta, Scaramelli rimuoverà l’incompatibilità, il primo giorno utile, come sindaco di Chiusi, in occasione del Consiglio Comunale che si terrà lo stesso giorno, in seduta serale, nella cittadina etrusca che lo ha visto sindaco dal 2011 al 2015 e assessore e consigliere comunale dal 2002 al 2011. La guida del Comune, per i prossimi 9 mesi, sarà affidata a Juri Bettollini, attuale vicesindaco e consigliere più votato alle amministrative del 2011 con circa 400 preferenze personali.