Sanzioni del Palio di agosto: riviste le proposte per Onda e Torre. Niente squalifica per Salicotto
26 Nov, 2015
palio agosto 2015 generica

La Giunta comunale di Siena ha deliberato oggi le sanzioni relative al Palio dello scorso 17 agosto, modificando in parte le proposte dell’assessore delegato Paolo Mazzini. Per la contrada della Torre infatti non scatta più la squalifica per una carriera, perchè una delle due deplorazioni (quella per “l’assalto” all’ambulanza della Pubblica Assistenza in Via del Porrione che trasportava il fantino dell’Oca) è stata commutata in censura. Stessa cosa per l’Onda: la deplorazione prevista “per avere i propri contradaioli dato inizio a un fronteggiamento in Piazza del Campo dopo la prima prova con i contradaioli della Selva” è stata trasformata in censura. Per la contrada di Malborghetto però il palio di squalifica resta per i cazzotti dopo corsa con la Torre.

Ecco tutte le sanzioni:

Nobile Contrada del Nicchio, visto l’articolo 97 del Regolamento per il Palio: una deplorazione “per avere, i propri contradaioli, preso parte, dopo il Palio, a un fronteggiamento, con contatto fisico, nella Piazza del Campo, con i contradaioli della Contrada di Valdimontone”, confermando la proposta di cui all’ordinanza 131/2015 dell’assessore delegato Paolo Mazzini.
Contrada Capitana dell’Onda, visto l’articolo 97 del Regolamento: una censura “per avere, i propri contradaioli, dato inizio nella Piazza del Campo, dopo la prima prova, a un fronteggiamento con i contradaioli della Contrada della Selva”; l’esclusione da un Palio, cui avrebbe avuto diritto a partecipare, e dalle relative prove, “per avere i propri contradaioli preso parte, nella Piazza del Campo dopo il Palio, ad un fronteggiamento con i contradaioli della Torre, facendo uso, anche se in modo estremamente limitato nel numero, di corpi contundenti”, confermando le motivazioni dell’ordinanza n. 132/2015 dell’assessore delegato.
Contrada della Torre, visto l’articolo 97 del Regolamento: una deplorazione “per avere i propri contradaioli preso parte nella Piazza del Campo, dopo il Palio, a un fronteggiamento, sfociato in uno scontro fisico, con i contradaioli dell’Onda”, confermando le motivazioni di cui all’ordinanza n. 133/2015 dell’assessore delegato; una censura, “per avere i propri contradaioli, nella concitazione dell’immediato dopocorsa del Palio, provocato danni all’ambulanza della Pubblica Assistenza”.
Contrada di Valdimontone, visto l’articolo 97 del Regolamento: una deplorazione “per avere i propri contradaioli preso parte nella Piazza del Campo, dopo il Palio, ad un fronteggiamento con contatto fisico con i contradaioli del Nicchio”, confermando le motivazioni dell’ordinanza 134/2015 dell’assessore delegato.
Fantino della Contrada della Selva, Giovanni Atzeni, detto Tittia, visto l’articolo 99 del Regolamento, un’ammonizione “per essere partito in occasione del Palio dal primo posto anziché dal quarto assegnatogli, tenendo un comportamento contrario a quanto disposto dal comma 1 dell’art. 64”, confermando le motivazioni dell’ordinanza 135/2015 dell’assessore delegato.
Fantino della Nobile Contrada del Nicchio, Valter Pusceddu, detto Bighino, visto l’art. 99 del Regolamento: un’ammonizione “per essere partito, in occasione del Palio, dal nono posto, anziché dal sesto assegnatogli, tenendo un comportamento contrario a quanto disposto dal comma 1 dell’articolo 64 del Regolamento”, confermando le motivazioni dell’ordinanza 136/2015 dell’assessore delegato.