San Gimignano, “Leggieri d’Inverno”: ReaLear di William Shakespeare secondo If Prana
1 Feb, 2019
Real-Lear-If-Prana

Il Teatro in epoche e linguaggi diversi, a confronto nella la rassegna ‘Leggieri d’Inverno’ edizione numero diciassette. Domenica 3 febbraio 2019 alle 21,00 a San Gimignano (Siena), nella sala espositiva ‘Genziana’, in Via Marconi 19 (zona piazza Sant’Agostino), è in programma lo spettacolo ‘ReaLeaR’.

Di e con Caterina Simonelli, per la regia di Marta Richeldi. Ispirato a Re Lear di William Shakespeare. Una produzione IF Prana con il contributo di Regione Toscana e con il sostegno di Tema Cultura.

Real Lear è un testo vitale, ironico, contraddittorio, sincero, capace di creare un corto circuito esplosivo tra la storia contemporanea, autobiografica di Caterina Simonelli e la grande storia del Re Lear di Shakespeare. Due epoche, due linguaggi: i personaggi del teatro e le persone della vita vera si specchiano, si riconoscono, affrontano lo stesso vuoto, le stesse contraddizioni, si aggrappano alla vita cercandone un perché o la lasciano andare stanchi di lottare.

Caterina in scena è sola con un mare di parole: le scrive, le “re-cita”, le urla, le prende in giro. Ma queste parole non bastano, non bastano a dire l’amore, non bastano a riempire il vuoto dentro e intorno a noi, allora c’è la corsa, c’è il silenzio, ci sono il corpo e la musica, c’è il teatro e la possibilità di fermarsi per un istante, di incontrarsi, di riconoscersi in Shakespeare, nei grandi re, nei padri e nei figli di ogni epoca.

Caterina Simonelli, regista, attrice e drammaturga, si è diplomata nel 2005 presso la Scuola del Piccolo di Milano diretta da Luca Ronconi. Nella Stagione 2015/2016 ha interpretato Goneril nel Lear di Roberto Bacci, nuova produzione del Teatro Nazionale della Toscana. Nel 2017 partecipa con Real Lear (produzione IF Prana) al Roma Fringe Festival, dove vince il Premio come “Migliore Attrice”.

‘Leggieri d’Inverno’, per la direzione artistica di Tuccio Guicciardini e Patrizia de Bari, è promossa dall’Associazione Giardino Chiuso, con il sostegno del Comune di San Gimignano, Regione Toscana e in collaborazione con Fondazione Fabbrica Europa.

«Quest’anno – spiegano i direttori artistici – a causa della chiusura del Teatro dei Leggieri per adeguamenti strutturali, la stagione Leggieri d’Inverno emigra in altri luoghi della città di San Gimignano e diventa la stagione errante di teatro e danza. Con ospitalità di spettacoli di teatro e danza, incontri, performance, corsi e laboratori riguardanti il teatro. La proposta culturale di Leggieri d’Inverno, che ha una durata di circa cinque mesi, varia dall’ospitalità di eventi a laboratori didattici e incontri con artisti, progetti di residenza e attività nelle scuole del Comune di San Gimignano».

Giardino Chiuso, già riconosciuta dalla Regione Toscana come Residenza Artistica, dal 2016 fa parte della Fondazione Fabbrica Europa per le arti contemporanee che vince il bando di accreditamento della Regione Toscana, come Ente di rilevanza regionale dello spettacolo dal vivo con sede in San Gimignano. Un ruolo teso alla valorizzazione e diffusione della creazione contemporanea attraverso l’esplorazione dei linguaggi artistici volti allo sviluppo di esperienze interdisciplinari, a livello locale e sul territorio toscano in relazione con un più ampio contesto nazionale e internazionale.

AI MICROFONI DI ARE L’AUTRICE E ATTRICE CATERINA SIMONELLI