San Gimignano, i migranti lavorano per la città
22 Feb, 2017
migranti san gimignano

I migranti lavorano per la città che li ospita. Succede a San Gimignano, dove, con l’aiuto gratuito di dieci ragazzi migranti soggiornanti sul territorio, è iniziata ieri una robusta operazione di svuotamento dei fondi dell’ex Conservatorio di Santa Chiara e dell’omonima Chiesa, per consentire ai tecnici di accedere ai locali per completare il progetto di ristrutturazione e ampliamento degli spazi museali. Il Comune di San Gimignano investirà 1 milione di euro, tra fondi propri ed europei, per ristrutturare questo pezzo così importante del patrimonio storico. “Per liberare questi locali da decenni di roba accumulata  – ha raccontato ai microfoni di Antenna Radio Esse il sindaco della città turrita Giacomo Bassi – abbiamo chiesto aiuto ai migranti richiedenti asilo che soggiornano da noi gestiti da un’associazione nell’ottica di un’opeazione di “risarcimento” che questi ragazzi con grande cuore vogliono fare per l’aiuto che l’Italia sta dando loro in questa fase della loro esistenza. L’aiuto dei ragazzi migranti continuerà anche nei prossimi giorni per questa ed altre azioni di volontariato civico”.