San Gimignano, crowdfunding per le mura crollate. L’assessore Taddei: “Adottate una pietra”
10 Apr, 2018
crowdfunding mura san gimignano

Un crowdfunding per il restauro del tratto di mura crollato a San Gimignano lo scorso 3 aprile. A lanciarlo è l’amministrazione comunale con l’hashtag #pietradopopietra. L’annuncio è stato fatto questa mattina a Firenze dall’assessore alla cultura del Comune di San Gimignano Carolina Taddei, nel corso della conferenza stampa di presentazione del progetto culturale “Tecnologicamente antichi”. L’iban del conto corrente dedicato intestato al Comune, attivo da lunedì 16 aprile, è IT13X0103072000000000722568.

«Si tratta di un conto corrente dedicato e vincolato al restauro, all’intervento sulle mura – spiega l’assessore Taddei – . Ciò che chiediamo è di adottare una pietra in modo da intervenire nel modo più rapido possibile. Già da lunedì sarà possibile versare i fondi su questo conto specifico, e ci auguriamo che questa iniziativa smuova anche i privati, la comunità italiana ma anche internazionale, perché c’è un grande sostegno anche da parte dell’estero su questa vicenda tragica di San Gimignano».