Salvatore Accardo e Franco Petracchi all’83a Estate Musicale Chigiana
18 Ago, 2014
Accardo Salvatore_800x537

Dopo la pausa di Ferragosto e del Palio dell’Assunta l’83a Estate Musicale Chigiana riprende martedì 19 agosto alle ore 21.15 nell’affascinante cornice della Chiesa di Sant’Agostino a Siena. Ad esibirsi saranno chiamati il violinista Salvatore Accardo e il contrabbassista Franco Petracchi, due maestri riconosciuti dell’arte dell’archetto che insieme alle tre stelle Laura Gorna (violino), Francesco Fiore (viola) e Cecilia Radic (violoncello) costituiranno un prestigioso quintetto.

Franco Petracchi

Franco Petracchi

Il programma dell’appuntamento verterà su tre esempi delle grandi scuole cameristiche italiana, francese e russa: rispettivamente, il Rossini della Sonata a quattro per due violini, violoncello e contrabbasso n. 6 detta “La Tempesta”, il giovanile Debussy del Quartetto per archi in sol minore op. 10 e il Čajkovskij del Quartetto per archi n. 1 in re maggiore op. 11.

Salvatore Accardo esordisce all’età di tredici anni eseguendo i Capricci di Paganini. A quindici vince il primo premio al Concorso di Ginevra e nel 1958 è primo vincitore del Concorso Paganini di Genova. Molti compositori gli hanno dedicato loro opere. Suona regolarmente con le maggiori orchestre e i più importanti direttori, affiancando all’attività di solista quella di direttore d’orchestra. Ha fondato il Quartetto Accardo e nel 1986 insieme a Giuranna, Filippini e Petracchi ha istituito i corsi di perfezionamento della Fondazione Walter Stauffer di Cremona. Ha inciso per DGG, Philips, ASV, Dynamic, EMI, Sony Classical, Collins Classic e Fonè. Ha ricevuto numerosi premi. Nel 1996 ha ridato vita all’Orchestra da Camera Italiana. Tiene la cattedra di violino presso l’Accademia Musicale Chigiana (della quale peraltro fu allievo) dal 1973 al 1980 e di nuovo a partire dal 2003.

Laura Gorna si diploma presso il Conservatorio di Milano e si perfeziona con Salvatore Accardo. Vincitrice del Concorso Città di Vittorio Veneto, debutta giovanissima alla Sala Verdi di Milano. Le sue tournée l’hanno vista esibirsi nei principali centri mondiali. In Italia e all’estero è ospite come solista di numerose orchestre.

Francesco Fiore ha compiuto i suoi studi presso il Conservatorio S. Cecilia di Roma e si è perfezionato con Bruno Giuranna. Vincitore di numerosi premi si è presto imposto come uno dei musicisti più interessanti dell’ultima generazione, intraprendendo una intensa attività concertistica.

Cecilia Radic si è affermata nel 1996 con la vittoria del concorso internazionale Premio Stradivari-Roberto Caruana. Da allora si è esibita in tutto il mondo, alternando con successo ruoli differenti quali quelli di solista, camerista e primo violoncello, e affrontando un vasto repertorio.

Franco Petracchi compie i suoi studi a Roma. In orchestra ha suonato con i più importanti direttori. Ha effettuato concerti con i più prestigiosi nomi del concertismo mondiale e in numerosi festival internazionali. Ha insegnato in numerosi conservatori italiani e stranieri. Insieme ad Accardo, Giuranna e Filippini fonda i corsi di perfezionamento della Fondazione Walter Stauffer di Cremona e insegna anche presso la Scuola di musica di Fiesole. Dal 1969 al 1997 ha insegnato presso l’Accademia Musicale Chigiana di Siena, dove è tornato dal 2009. Franco Petracchi è il contrabbassista che, sulla scia di grandi maestri come Dragonetti, Bottesini, Nanny, ha rivoluzionato la tecnica del suo strumento.

I biglietti (intero 18 euro, ridotto 10 euro) possono essere acquistati il giorno del concerto al botteghino di Palazzo Chigi Saracini dalle ore 15.30 alle ore 18 e da due ore prima dell’inizio del concerto direttamente presso la Chiesa di Sant’Agostino.

Per ulteriori informazioni www.chigiana.it.