Salta l’accordo di coalizione, primarie del Pd. Cercasi sfidante per Valentini
24 Mar, 2018
Valenti con Padoan

E’ caos calmo all’interno del Pd dopo la direzione di ieri sera. Fallito il tentativo di trovare un accordo per le primarie di coalizione il partito democratico senese ha deciso di promuovere la consultazione fra i propri iscritti per la scelta del sindaco. In campo è certo che ci sarà Bruno Valentini, c’è tempo fino a mercoledi per presentare nuove candidature. Necessaria l’iscrizione al partito e 32 firme di appoggio tra i membri dell’assemblea. Se non ci saranno sfidanti Valentini sarà l’unico candidato a sindaco del Pd. Non potrà essere Fiorino Iantorno che stamani con un post su facebook si era proposto per la competizione delle primarie. Non essendo però Iantorno iscritto al partito avrebbe potuto partecipare solo alle primarie di coalizione e non a quelle di partito.

Vista l’impossibilità a procedere, per l’individuazione del candidato Sindaco alle prossime elezioni, insieme alla coalizione del Centrosinistra, il Partito Democratico ha avviato il percorso per le primarie di Partito,  sulla base dello statuto, eleggendo la Commissione per le Primarie composta da: Francesco Carnesecchi, Federico Ghezzi, Lanfranco Perrone, Giulia Periccioli, Carolina Persi, Sara Romano.

L’Assemblea sarà riconvocata per mercoledì 28 Febbraio alle 21:00, lo stesso giorno  alle ore 17,00 scadrà il termine per la presentazione  delle candidature.  I candidati alle primarie del Partito Democratico  dovranno essere sostenuti dal  30% delle firme dei componenti dell’assemblea (corrispondente 37) o dal 15% delle firme degli iscritti al partito Democratico della città  ( corrispondente a 150 iscritti).